Acqua potabile, incontro al Comune con Sorical per ripristinare l’erogazione

CROTONE – L’emergenza creata dalla Sorical, la società regionale che gestisce il servizio idrico, che da giorni ha ridotto la portata dell’acqua immessa nella rete idrica cittadina, è stata al centro di un incontro che si è tenuto questa mattina al Comune di Crotone. Insieme ai dirigente della stessa Sorical Baldassare Quartararo e Adriano Mollo erano presenti il sindaco Ugo Pugliese,  il presidente del Consiglio comunale Serafino Mauro, l’assessore ai Lavori Pubblici Tommaso Sinopoli, la consigliera regionale Flora Sculco.

Al termine della riunione – informa una nota di piazza Resistenza – è stato definito che sarà sospesa la riduzione fino da oggi effettuata da Sorical e ripristinata la normale portata idrica. Congesi nel frattempo redigerà nel breve un piano di rientro che sarà proposto a Comune e Sorical.

Il motivo per il quale la società regionale continua ad attuare ritorsioni nei confronti della città è sempre lo stesso: i debiti accumulati dal consorzio Congesi per la fornitura dell’acqua. Un problema vecchio di anni che si era già proposto ai tempi in cui a gestire il servizio idrico in città e in diversi comuni del crotonese era la Soakro che, dal canto suo, ha sempre contestato le tariffe applicate da Sorical per la fornitura dell’acqua. E che è proseguito anche quando a Soakro è subentrato il consorzio Congesi. Con le conseguenze che sono sotto gli occhi di tutti.

Ultima modifica: 13 febbraio 2018