Aeroporto, slitta il volo inaugurale per Genova. De Felice conferma date e tariffe | GALLERY

aeroporto di Crotone

CROTONE – Comincia con un problema tecnico la nuova vita dell’aeroporto di Crotone gestito da Sacal, società di gestione dei tre scali calabresi. L’aereo del volo inaugurale della compagnia Flyservus che doveva portare la squadra dell’Fc Crotone a Genova per la gara di Coppa Italia prevista questa sera al ‘Ferraris’, non è mai arrivato all’aeroporto pitagorico a causa di un problema allo scalo di partenza dovuto, secondo Sacal, a cause meteorologiche. Il velivolo proveniva da Tallin.

“Abbiamo trovato una soluzione – ha spiegato il presidente di Sacal, Arturo De Felice in una concitata conferenza stampa durante la quale è stato anche proibito alle tv di registrare immagini – contattando un altro vettore”. De Felice ha riassunto il lavoro svolto da Sacal per riaprire l’aeroporto di Crotone “che era fallito”. “Sacal – ha detto il presidente del cda – ha fatto tutto da sola senza aiuti esterni. Solo lo Stato tramite Enac ed Enav ci ha supportato nei termini di legge”. De Felice ha ripetutamente accusato i mezzi di informazione di aver causato ritardi con la pressione mediatica esercitata sulla problematica aeroporto e ha persino
ipotizzato un’azione di hackeraggio sul sito di Fly Servus da parte di una testata on line specializzata in aerporti che ha reso noto in anticipo le tariffe.

Tariffe e operatività dei voli dall’8 gennaio che comunque De Felice ha confermato: “Si sarebbe potuto volare prima – ha detto De Felice – ma ci sono stati problemi con l’azienda che gestiva il deposito carburanti per cui abbiamo dovuto rifare l’appalto. Sarà questione di giorni, sette-dieci al massimo. La compagnia ci ha informato che appena sarà disponibile il kerosene su Crotone potrebbe anche anticipare i voli”. Il presidente de Felice ha chiarito che la compagnia FlyServus, che collegherà Crotone con Milano Malpensa, Bologna Roma e Londra, ha sottoscritto con Sacal un contratto valido due anni. Attualmente l’operativo è quello invernale che dura fino al 31 marzo; successivamente verranno comunicati gli orari estivi dal 1 aprile in poi. De Felice ha anche svelato che ci potrebbe essere la possibilità di portare a Crotone un altro vettore.

Il prefetto De Felice ha poi sottolineato i danni economici causati dal ricorso pendente presso il Consiglio di Stato sull’affidamento della gestione dello scalo di Crotone alla Sacal, ricorso presentato da Enac avverso la sentenza del Tar che ha annullato il bando Enac e non il contrario come ha fatto intendere
il presidente di Sacal: “Sagas si è ritirata troppo tardi – ha detto De Felice – e questo ha provocato danni commerciali gravissimi”.

Ultima modifica: 30 novembre 2017