Balneazione, meetup, terzo prelievo: ‘stato di salute del mare molto variabile’

Due prelievi su quattro sono risultati oltre il limite. Nello specifico quelli della passerella e del civico 172 di viale Gramsci. Sforamenti di una certa consistenza, che coincidono con le lamentele dei bagnanti tra martedì e giovedì scorsi: puzza di fogna, la solita schiumetta e qualche macchia marrone.

“Con questo terzo prelievo possiamo dire che lo stato di salute del nostro mare è molto variabile”, commenta il meetup ‘Amici Beppe Grillo Crotone’. “Sicuramente le condizioni atmosferiche (pioggia, mare mosso eccetera) influiscono positivamente o negativamente sulla presenza di batteri fognari nel mare”.

I prelievi sono stati effettuati l’11 luglio. Preoccupa il valore di viale Gramsci, davanti lo scivolo dei disabili: 757 mpn ogni cento millilitri di acqua, a fronte del limite normativo di 500. Valori fuori limite anche alla passerella con 618 unità di formazione, mentre è rientrato il leggero sforamento, 538, registrato il 4 luglio davanti al Cimitero, oggi 443: ma cambia poco. Più consistente, invece, la diminuizione delle colonie di escherichia coli davanti a piazzale Ultras: da 468 a 168.

Risultati altalenanti, che ruotano intorno ai valori limite, con punte, questa volta, da non prendere sottogamba. “Continuiamo a chiedere maggiore attenzione verso la tutela della salute dei cittadini anche con controlli più frequenti”, esortano i cinquestelle con chiaro riferimento ad Arpacal, l’organismo di controllo pubblico sullo stato delle acque di balneazione.

La campagna ‘Il nostro mare lo controllo tu’ prosegue grazie al contributo economico dei cittadini. Per partecipare rivolgersi ai banchetti che il meetup organizza settimanalmente sul lungomare oppure utilizzare il salvadanaio disponibile presso la gelateria Ice Cream 2000.

Ultima modifica: 15 luglio 2017