Bianchi interviene nella vicenda Scifo: stiamo lavorando per tutelare l’area

“Questa mattina l’area archeologica di Capo Colonna e la suggestiva baia di Punta Scifo sono tornate sulle pagine di cronaca per via della controversa vicenda nella quale è intervenuta la Procura di Crotone”: lo afferma Dorina Bianchi, sottosegretario al Turismo e deputato di Alternativa Popolare a proposito della vicenda che riguarda la costruzione di un resort a Scifo bloccata dalla Procura della Repubblica e che, negli ultimi giorni, è scaturita in un contenzioso tra il soprintendente Mario Pagano, coinvolto nella stessa vicenda giudiziaria, e l’archeologa Margherita Corrado la quale aveva puntualmente denunciato gli illeciti che stavano avvenendo nella zona con il tacito assenso della Soprintendenza. Pagano, per tutta risposta, ha denunciato l’archeologa e, da ultimo, ha emanato un diktat in base al quale Margherita Corrado non deve più lavorare con la Soprintendenza.
“Quanto accaduto – afferma ancora la Bianchi – è fin dall’inizio all’attenzione degli organi preposti, del Mibact, del ministro Franceschini e mia”.
“Il patrimonio culturale della regione va tutelato nel migliore dei modi. Si sta lavorando affinché si giunga a una risoluzione che tenga conto dell’inestimabile valore storico che dell’area e delle bellezze paesaggistiche del promontorio”, conclude il sottosegretario.

Ultima modifica: 6 settembre 2017