Addio alla voce d’oro di Cirò, è morto Gino Colicchio

CIRO’ – E’ morto dopo una lunga malattia il cantante Gino Colicchio, una delle voci più belle della canzone italiana che raggiunse l’apice del successo alla fine degli anni 70. Colicchio aveva iniziato la sua carriera a Milano aprendo i concerti di Adriano Celentano negli anni 60 ed aveva suonato e cantato anche con la band i Ribelli che accompagnava il ‘molleggiato’.

Quando tornò a Cirò entrò nel gruppo storico dei ‘Ciro’s’ nel 1966 con il quale faceva feste di piazza e spettacoli nei locali da ballo.Raggiunse l’apice della carriera nel 1977 quando incise il singolo ‘Stefania’ una canzone scritta dal suo mentore Cataldo Amoruso. Un brano che per due settimane restò in vetta alla hit-parade italiana dell’epoca e grazie al quale vinse anche il disco d’oro. Per Colicchio sembrava una carriera in ascesa: arrivò per lui anche una proposta di partecipare al Festival Bar che, però, rifiutò per tornare nella sua Cirò dove si accontentò di fare cantare da solista per feste di piazza e matrimoni e con tante tournée in Italia ed all’estero.

Oltre a cantare iniziò anche a fare il muratore piastrellista. L’ultima sua esibizione risale alla festa per l’anniversario dei Ciro’s nell’estate del 2015. Gino Colicchio cantò un altro dei suo grandi successi, la canzone ‘Costa Rica’, con la quale anche fece danzare tutta la gente accorsa numerosissima in piazza. I funerali si terranno il 23 novembre alla chiesa madre Santa Maria de Plateis di Cirò.

Ultima modifica: 22 novembre 2017

In questo articolo