Confindustria: 900 studenti coinvolti quest’anno nel “Pmi Day”

CATANZARO – “Anche quest’anno i numeri confermano la passione e l’impegno che da sempre la Calabria ha profuso nell’organizzazione della Giornata Nazionale della Piccola e Media Impresa (Pmi Day) “Industriamoci””. Questo il commento entusiasta del Presidente del comitato regionale di piccola industria di Confindustria, Aldo Ferrara. Quasi 900 studenti, 20 istituti scolastici e 30 imprese. Questi i numeri dell’ottava edizione del Pmi Day che, grazie al lavoro svolto dai Comitati territoriali della Piccola Industria sotto la guida dei Presidenti Camillo Crivaro (CZ), Antonino Tramontana (RC), Domenico Calafati (VV), Mario Spano’ (KR) e Demetrio Metallo (CS), si terra’ giovedi’ venerdi in tutte le province della Calabria, in linea con la Giornata nazionale.

“Il Pmi day – dichiara Ferrara – e’ un’iniziativa rivolta al mondo della scuola ma aperta anche alla partecipazione di quanti interagiscono con le imprese sul territorio. Il nostro intento e’ quello di informare i giovani sul contributo dell’industria alla qualita’ della vita, offrire un contesto, la fabbrica, per consentire di integrare lo studio teorico con la realta’ produttiva e, naturalmente, segnalare anche le possibilita’ lavorative che il settore offre”.

“L’esperienza in azienda – continua Ferrara – consente agli studenti l’opportunita’ di vedere da vicino la realta’ produttiva e conoscere l’impegno e il talento che gli imprenditori condividono con i propri collaboratori nella realizzazione di prodotti e servizi, i risultati raggiunti e i progetti futuri. Per gli imprenditori, invece, un’occasione per contribuire alla diffusione della cultura d’impresa. Quest’anno l’iniziativa vuole porre l’attenzione sul tema della lotta alla contraffazione, sempre piu’ centrale nel dibattito sulla crescita economica e sull’occupazione, senza tralasciare le conseguenze sulla salute e sulla sicurezza dei consumatori ed il “costo” per l’intero Paese in termini di competitivita’ del Made in Italy, con inevitabili ripercussioni in termini di legalita’. Inserita nell’ambito della settimana della cultura d’impresa, la giornata delle piccole e medie imprese rientra, peraltro, tra gli eventi della Settimana Europea delle Pmi organizzata dalla Commissione Europea.

Ogni anno – conclude Aldo Ferrara – l’organizzazione di questa giornata ci spinge inevitabilmente a riflessioni da un punto di vista politico, economico e sociale e, purtroppo, sul nostro territorio, non sempre positive. Ma e’ proprio questa l’occasione per dimostrare alle giovani generazioni che tutte le criticita’ che viviamo non potranno mai spegnere la grinta e la caparbieta’ degli imprenditori calabresi, quella grinta e quella caparbieta’ che, nonostante tutto, fanno della nostra una terra di talenti ed eccellenze”.

Ultima modifica: 15 novembre 2017

In questo articolo