Cordaz: “Ripartiamo più cattivi e determinati. Serie A? Il pensierino lo facciamo…”



Il primo assaggio della nuova stagione è ufficialmente iniziato alle 15,30. I giocatori rossoblù hanno fatto ingresso sul prato dello Scida per una prima sgambata, servita soprattutto a Giovanni Stroppa per conoscere i propri giocatori. Il novo allenatore si è intrattenuto con ognuno di loro individualmente, ha salutato i tifosi presenti e poi ha fatto il discorso alla squadre. Le impressioni sono sembrate subito positive, e il tecnico ha fatto immediatamente presa nel gruppo, capitanato da Alex Cordaz, leader e capitano della squadra, pronto per questa nuova avventura. Naturalmente il portiere è concentrato sulla serie B, ma il pensierino all’eventuale ripescaggio resta più vivo che mai : “Naturalmente ci pensiamo e sappiamo che cambierebbero tante cose. Ma intanto ci concentriamo su quello che abbiamo adesso, è chiaro poi che se il Chievo ha sbagliato è giusto che paghi. Noi non possiamo fare altro che attendere”. E nel frattempo si è già fatto un’idea positiva sul nuovo coach: “Stroppa mi ha fatto una grandissima impressione. Dalle parole scambiante mi pare essere l’uomo giusto per ripartire. L’impatto è stato positivo e penso che insieme faremo grandi cose”. Il portiere, però, preferisce mantenere il basso profilo nonostante ci siano molte aspettative intorno al Crotone: “Sappiamo che tutti dicono che siamo favoriti , ma la serie B è un campionato durissimo, con trappole ovunque. Non sarà facile, per cui testa bassa e pedalare”. Al momento la squadra è pressochè identica a quello dello scorso anno, un vantaggio a detta del portiere: “Certamente, e questo è un merito del club. Abbiamo una nostra identità, siamo un gruppo unito che ha voglia di riscattare una retrocessione che brucia ancora tantissimo. Ripartiremo ancora più cattivi e determinati di prima”.

Ultima modifica: 11 luglio 2018

In questo articolo