Abbonamenti OnLine il Crotonese
Strongoli, clan in municipio

La criminalità organizzata gestiva “il controllo delle attività economiche sul territorio”, avvalendosi di un “uso distorto della cosa pubblica … concretizzato nel favorire soggetti collegati direttamente o indirettamente con gli ambienti malavitosi”. E’ quanto si legge nella relazione del ministro dell’Interno, Giuseppe Pisanu, (pubblicata integralmente sull'edizione in edicola) che ha portato la scorsa settimana allo scioglimento per infiltrazioni e condizionamenti mafiosi del Consiglio comunale di Strongoli. Sospesi dall’incarico gli organi amministrativi ed elettivi, il comune sarà gestito per 18 mesi da una commissione straordinaria composta da Andrea Putrone (viceprefetto), Anna Alda Bruzzese (viceprefetto aggiunto) e Massimo Nicolò (dirigente di II fascia).

1900-01-01 00:00:00