Andy Varipapa, il campione di bowling partito da Carfizzi

CARFIZZI A Brooklin lo chiamavano ‘the greek’ (il greco). Un soprannome che derivava, indubbiamente, dalle sue origini. Andrea ‘Andy’ Varipapa è stato il più grande campione di bowling degli Stati Uniti. Tra i più grandi di tutti i tempi. Figlio di Francesco e Concetta Fuoco, era nato a Carfizzi il 31 marzo del 1891 e qui visse fino all’età di 12 anni.
Nei primi anni del Novecento la sua famiglia dovette emigrare negli Stati Uniti. Era il 1903, subito dopo la morte del padre, quando Andrea, sua madre Concetta e suo fratello si imbarcarono sulla nave ‘Sardegna’ alla volta dell’America. Dopo lo sbarco ad Ellis Island i Varipapa si trasferirono a Brooklin. Parte da qui la storia del più grande e spettacolare bowler della storia americana.
Il bowling di un certo livello ha visto la sua diffusione in Europa e negli Stati Uniti agli inizi degli anni ’30 ed Andrea Varipapa fin da subito divenne l’atleta di spicco in questo sport. Prima di diventare giocatore di bowling, Andy è stato un giocatore di baseball (sport che ha dovuto abbandonare a causa di una gamba rotta), un buon giocatore di golf, di biliardo ed anche boxer. Un atleta intelligente e perspicace, lo definivano i giornali statunitensi.
Andy ‘the greek’ iniziò la sua carriera nei tanti circoli di bowling sorti al momento in cui questo sport inizia a diffondersi. Qui, nella doppia veste di giocatore ed istruttore, emerge tutto il suo talento. Per partecipare alle sue lezioni-esibizioni bisognava fare delle lunghe ed interminabili file.
Non impiegò molto tempo per salire agli onori della cronaca statunitense. Da subito divenne famoso per il suo trick-shot e per il salto dopo uno strike. Il successo lo portò ad essere protagonista di alcuni cortometraggi e film sul mondo dei bowlers (su youtube è possibile ammirare alcune esibizioni). È menzionato nel libro di Fausto Batella ‘Italians- Americans / 34 italoamericani di successo’ ed è stato oggetto di continue interviste giornalistiche.
Dopo aver messo in mostra tutta la sua classe, nella seconda metà degli anni Quaranta arrivano anche i primi titoli. È stato uno dei pochi giocatori a vincere almeno due tornei organizzati dalla Bowling Proprietors Association of America.
Nel 1947 si aggiudicò l’All-Star e l’anno successivo ne ha difeso il titolo. Alle soglie dei settant’anni riusciva ancora a trionfare nei tornei e nelle manifestazioni inanellando, attraverso colpi spettacolari, anche nove strikes di fila.

1900-01-01 00:00:00