Crotone, guardie giurate senza paga: intervenga il Prefetto



CROTONE – Continua la protesta delle guardie giurate crotonesi dipendenti dell’Istituto di vigilanza privata notturna e diurna di Catanzaro. Dopo il sit in avviato nei giorni scorsi per chiedere il pagamento delle mensilità arretrate, le guardie giurate nella mattina del 30 maggio hanno alzato il livello della protesta rallentando il traffico sulla statale 106 nei pressi dei cancelli della Syndial. Il gruppo di guardia giurate sta attraversando continuamente la sede stradale. La protesta è salita di tono dopo l’ennesimo rinvio del pagamento delle mensilità. Giorno 31 maggio saranno esattamente tre i mesi di ritardo nel pagamento degli stipendi.

“La situazione è peggiorata – dice Armando Labonia della Filcams Cgil Crotone – l’azienda ha inviato l’ennesima lettera che annuncia un ritardo di pagamento. Le 15 famiglie di questi lavoratori sono in grande difficoltà e per questo chiediamo al prefetto di convocarci immediatamente per risolvere il problema che non è solo di Crotone, ma dell’intera Calabria. Anche le guardie giurate alla Cittadella regionale non sono pagate da mesi.  L’azienda ha appalti in enti ed azi9ende importanti come quello con Syndial  che ha siglato, alla presenza del prefetto di Crotone, un protocollo d’ intesa sulla legalità per gli appalti nel quale si prevede che le aziende che lavorano in questi siti devono dimostrare la regolarità contributiva e retributiva. Cosa che non pare ci sia al momento. Chiediamo anche al Questore di Crotone di verificare se l’azienda ha ancora i requisiti per poter svolgere queste attività”.

Ultima modifica: 31 maggio 2018

In questo articolo