Crotone, scoperto capannone nell’area industriale pieno di rifiuti

Capannone pieno di rifiuti area industriale Crotone

CROTONE – Novemila metri cubi di rifiuti non pericolosi ammassati abusivamente in un capannone nella zona industriale di Crotone. Li ha scoperti  una pattuglia dei carabinieri del Gruppo forestale e dell’Arma territoriale. I rifiuti erano costituiti da plastiche, materiale cartaceo, polistirolo depositati in cumuli differenziati. La quantitĂ  complessiva, secondo le stime eseguite dai militari, ammonta a circa 9.000 metri cubi.

Dagli accertamenti è emerso che il deposito non era autorizzato ed ai militari non è rimasto altro che segnalare il responsabile dell’attività, un’imprenditrice del crotonese, alla Procura della Repubblica per violazione al testo unico delle norme ambientali.

La sinergia fra i carabinieri dell’Arma territoriale e quelli della specialità forestale sta dimostrando i suoi effetti concreti nel territorio. Dal primo gennaio 2017, data dall’assorbimento del Corpo forestale dello Stato nell’Arma dei Carabinieri, molte attività sono state svolte congiuntamente sfruttando la specificità dei diversi reparti e mettendo in rete le risorse divenute ora comuni. L’attività riceverà un maggior impulso in seguito all’impegno teso a perseguire il miglioramento dell’integrazione già in atto.

Ultima modifica: 17 novembre 2017

In questo articolo