Crotone, sbarcati 48 profughi e la piccola Sanya abbraccia il maresciallo | VIDEO ESCLUSIVO



CROTONE – La piccola Sanya abbraccia il maresciallo della guardia di finanza che l’ha soccorsa insieme ad altre 47 persone sul pattugliatore ‘Brigadiere Greco’ nella sera del 14 giugno.

Sanya, che non avrà più di 4 anni, gracile e minuta  sorride e dà il cinque al resto dell’equipaggio. È l’immagine che racchiude la bellezza di dare soccorso agli altri tipica delle forze dell’ordine italiane. Quella che fa dell’Italia una Nazione che  non dimentica la solidarietà umana.

Un sorriso quello di Sanya che ripaga di ogni sacrificio l’equipaggio del pattugliatore ‘Greco’ del Gan della guardia di finanza di Taranto. Sono stati questi  uomini a soccorrere 8 donne, 7 bambini e 33 uomini alla deriva su un veliero al largo delle coste calabresi ed a condurli in salvo nel porto di Crotone.

L’imbarcazione era partita almeno due giorni fa probabilmente dalle coste turche. A bordo anche tre donne incinte, una delle quali portata all’ospedale di Crotone per controlli. Un’altra donna è state portata al pronto soccorso.

Le persone soccorse arrivano in gran parte dale zone di guerra di Iraq e Siria. A dare loro soccorso al porto di Crotone i medici del Suem 118, i volontari di Croce rossa italiana e Misericordia.

La Polizia di Stato e la guardia di finanza stanno indagando per identificare eventuali scafisti. Le persone soccorse sono state condotte al Cara di Isola Capo Rizzuto per le procedure di riconoscimento.

Ultima modifica: 16 giugno 2018