Furto elettricità: arrestato commerciante di Crotone

angilica, vice sindaco, cetraro, sindaco, aita

Furto elettricità scoperto dalle forze dell’ordine a Crotone. Il 26 ottobre, i carabinieri dell’Aliquota Radiomobile della Compagnia di Crotone hanno arrestato un commerciante proprio perché aveva collegato il suo esercizio commerciale e non solo quello, alla rete pubblica.

I militari, insieme a tecnici verificatori dell’Enel, hanno svolto un sopralluogo in un bar sito nella periferia di Crotone accertando che, sia l’esercizio commerciale che altri tre appartamenti ubicati nello stesso stabile dell’attività, erano alimentati da energia elettrica prelevata bypassando il contatore e determinando un danno economico quantificato in 35.000 euro circa.

Il furto di energia elettrica è un reato penale punibile fino a 6 anni di reclusione. Esiste naturalmente anche l’eventualità dell’aggravante se l’accaduto è fraudolento o per le altre circostanze previste dall’art. 625 del codice penale ed in questo caso la pena aumenta. Nei giorni scorsi anche il titolare di un bar nel centro di Crotone era stato beccato dai carabinieri a rubare la corrente elettrica e nelle passate settimane la stessa cosa era avvenuta a Petilia Policastro e Cutro. Complessivamente dall’inizio dell’anno sono stati 43 gli arresti per furto di elettricità

Ultima modifica: 27 ottobre 2017

In questo articolo