La morte dell’avvocato Gaetano Varano, Coldiretti: l’agricoltura gli deve tanto

gaetano varano, coldiretti, calabria, molinaro, crotone, roma, funerali

CROTONE – Coldiretti Calabria esprime cordoglio per la scomparsa dell’avvocato Gaetano Varano, capo Area azione sindacale di Coldiretti nazionale. “Lo hanno contraddistinto le sua doti, umane, morali e professionali svolte con spirito di servizio e grande competenza per l’agricoltura italiana”, si legge in una nota della confederazione. “Gaetano ha avuto grandi intuizioni sindacali e condotto storiche battaglie. Come non ricordare che la riforma del credito agrario, il riordino fondiario, la riforma dei contratti agrari, gli approfondimenti sul diritto societario, l’adeguamento dello strumento assicurativo hanno visto il suo valido e fondamentale contributo. Ha collaborato in modo rilevante  nelle sedi legislative al rinnovamento della legislazione agricola e il suo prezioso lavoro ha trovato concretezza, da ultimo, nella ‘legge di orientamento’ che rappresenta oggi un importante strumento di modernizzazione dell’agricoltura italiana e nel percorso finalizzato ad estendere l’etichettatura obbligatoria a tutti gli alimenti”.

Nato a Crotone

L’avvocato Varano si è spento giovedì scorso a Roma, dove risiedeva da tanti anni. I funerali hanno avuto luogo oggi, sabato 28 ottobre, nella Parrocchia Santa Maria del Carmelo, a piazza Beata Vergine del Carmelo. Era nato a Crotone il 30 luglio 1949. Laureato in Giurisprudenza all’Università ‘La Sapienza’ della capitale, è stato assistente nei primi anni settanta alla facoltà di diritto privato dello stesso ateneo. Procuratore legale, è stato consigliere di amministrazione della ‘Cassa per la formazione della proprietà contadina’ e presidente della Commissione tecnico-consultiva dello stesso ente; consigliere di amministrazione della Sezione speciale del Fondo interbancario di garanzia. In qualità di esperto di legislazione agraria ha fatto parte di commissioni per la riforma del credito agrario, per il riordino fondiario, per la riforma dei contratti agrari. Componente del Comitato di redazione della rivista Giurisprudenza Agraria e dell’Ambiente, autore di articoli di dottrina e di note a sentenze in materia agraria, vice presidente di Fata Assicurazioni e Fata Vita, curava i rapporti di Coldiretti con il Parlamento.

Molinaro

“Un calabrese che si è affermato e che ha messo la sua grande competenza giuridica e dedizione a servizio delle Istituzioni e che davanti a questioni impegnative e di grande rilevanza aveva la dote di trasmettere ottimismo con la sua innata e sagace ironia”, ricorda Pietro Molinaro, presidente di Coldiretti Calabria”. Con lui ci sentivamo a casa. Abbiamo percorso un lungo tratto di strada e non ci ha fatto mai mancare utili ed essenziali annotazioni e consigli sull’evoluzione e la proposta legislativa nella nostra regione. Con questi sentimenti e i diversi e nitidi ricordi, esprimiamo la più commossa e affettuosa partecipazione al dolore dei congiunti e degli amici”.

Ultima modifica: 28 ottobre 2017

In questo articolo