Le musiche del crotonese Eco per un kolossal ucraino da Oscar

Sono del maestro Franco Eco le musiche del kolossal ucraino “Chervonyi” che è stato scelto per rappresentare l’Ucraina all’Academy Awards per la corsa all’Oscar come migliori film straniero. Si tratta del primo film di una trilogia diretta dal regista georgiano Zaza Buadze che ha avuto una premiere il 23 agosto a Kiev alla presenza del Primo Ministro dell’Ucraina Groysman e del Ministro alla Cultura e la pellicola. Il film ambientato nel 1947 racconta del comandante Danylo Chervonyi dell’esercito ribelle ucraino che è prigioniero in uno dei peggiori gulag di Stalin.

“Lavorare per il cinema ucraino, e in particolare per ‘Chervonyi’, è stato non solo un privilegio, ma un’interessante scoperta – dice Franco Eco -. Innanzitutto il fatto di aver scoperto un’industria cinematografica che potrebbe competere ad alti livelli internazionali. Vi è stata tutta l’attenzione della politica, del primo ministro e del ministro della cultura del governo Ucraino, della professionalità dei produttori e dei professionisti, la critica e l’opinione pubblica, insomma tutto mi ha piacevolmente sorpreso. I fatti narrati sono ambientati nel 1947 in un gulag sovietico, ma il ricordo della recente rivoluzione che ha investito il paese nel 2014 sono resi ben evidenti nella pellicola”.

La colonna sonora pensata da Franco Eco – che si può acquistare o ascoltare sui digital store – è cupa e forte con percussioni molto aggressive: “Descrive un dramma storico – spiega il musicista – che ricade nel contemporaneo che è già storia d’Europa, un contemporaneo fatto di lotta e sofferenza per un popolo che cerca semplicemente la sua identità e libertà. Una capitolo tra Ucraina e Russia ancora aperto”.

Ultima modifica: 18 settembre 2017

In questo articolo