Isola, abitanti di Marinella senza acqua insorgono contro l’Arsac

Marinella di Isola

ISOLA CAPO RIZZUTO – Sono arrabbiati ed esasperati gli abitanti di Marinella di Isola Capo Rizzuto che vivono in questi giorni una gravissima emergenza idrica. “Non è possibile che nel 2017, pagando regolarmente le tasse, non si possa fruire di un servizio pubblico di primaria importanza come l’acqua”, scrivono i residenti di Marinella in un’accorata nota che si sentono “dimenticati da tutte le istituzioni”.

“Da sempre abbiamo avuto problemi con la fornitura di acqua ma ora è terrificante – denunciano i cittadini – Il serbatoio che convoglia l’acqua da ridistribuire nelle zone è vecchio e ci sono enormi perdite di acqua a discapito per noi utenti. Le condotte sono vecchie e fatiscenti e in casa non arriva acqua ma fango”. Una situazione della quale sono stati allarmati, prima che gli organi di informazione, i responsabili dell’erogazione dell’acqua che, secondo gli abitanti del posto “giocano a scaricabarile”. Qualcuno ha loro spiegato che “il disservizio è causato della mancanza idrica quindi scarsa fornitura di acqua potabile da parte dell’azienda incaricata”. “Non è chiaro di chi sia la colpa di questo disagio, forse dell’amministrazione Regionale (Arsac) azienda che eroga l’acqua (per la quale, tra l’altro, non riceviamo fatture da due anni e siamo anche rassegnati a un salasso)”, ipotizzano i cittadini che, tuttavia, hanno una certezza: “Siamo esausti per la mancanza di acqua e siamo stufi di fare reclami e segnalazioni all’azienda che ha la gestione, nonostante ciò la situazione tende sempre a peggiorare”.

Ultima modifica: 3 novembre 2017