Mese mariano, inaugurata la 34esima edizione della mostra di pittura



CROTONE – Inaugurata la XXXIV  dal tema Il pellegrinaggio mariano tra fede, storia e tradizioni. Sessanta le opere esposte che rimarranno esposte al Centro diocesano per l’Evangelizzazione dal 12 al 19 maggio. Ha tagliato il nastro il rettore della Basilica cattedrale, don Serafino Parisi, che ha elogiato la bellezza, attraverso la lettera di Giovanni Paolo II agli artisti.

La collettiva nazionale di pittura del mese mariano si ripete da trentaquattro anni e dà l’opportunità di offrire a tanta gente uno spazio espositivo all’interno del quale la creatività è protagonista. I pittori hanno messo al centro delle loro creazioni l’uomo e la natura, senza chiedersi molto.

Il presidente del Comitato feste mariane, Domenico Ruggero, ha attraversato tutte le trentaquattro edizioni che hanno visto sfilare oltre tremila artisti, anche provenienti da altre regioni. “Questa mostra è un’occasione che viene data all’uomo di cogliere un frammento di mistero e cercare di trasferirlo artisticamente sulla tela, nella musica, nella poesia e in altre forme artistiche, in modo tale che chi guarda, ascolta, legge o partecipa a questo enigma possa sentirsi davvero parte integrante di questo mondo che lo interessa” commenta.

 

 

“Una mostra che viene da lontano ed è cresciuta negli anni” aggiunge Ruggero. “Gli organizzatori sono stati capaci e hanno avuto una buona dose di amore per l’arte e Maria. Non è facile gestire e programmare una manifestazione del genere. C’è dietro un grande lavoro. Ringrazio i componenti del Comitato: Alfonso Amatruda, Francesco Pupa, Giovanni Di Pola e Pino Romano, e l’ottica Pupa, che hanno dedicato parte del loro tempo a questo manifestazione seguita da un grande pubblico”.

“Chi segue da tanti anni questa iniziataiva sa che cambiamo sempre la sede della mostra e lo scorso anno il Chiosco di Santa Chiara è stato fantastico per la sua storia” spiega Alfonso Amatruda. “Quando ci spostiamo in posti che non sono facilmente raggiungibili, notiamo che vi è poco afflusso di gente, e cerchiamo sempre di trovare nuove attrattive. Il fine primario di questa mostra è far sì che la pittura venga diffusa nella città. Quest’anno la scelta della sala non è stata casuale. Don Serafino ci ha dato l’opportunità di essere in piazza Duomo, e la partecipazione è più forte ed è quello che più gratifica i pittori”.

In mostra al Centro diocesano per l’Evangelizzazione ci sono opere di Marcella Accroglianò, Alessandra Errigo, Anfetridi Giovanna Errigo, Francesco Anania, Barbaro Palmieri, Nino Audia, Gabriella Frustaci, Chiara Desirè, Anna Conforti, Nando Sulla, Giuseppe Succurro, Samuel Succurro, Luciana Palmieri, Massimo Frisenda, Carolina Scigliano, Leonardo Pontieri, Teresa Decima, Maria Stella Marini, Claudia Trevisi, Quintino La Noce, Teresa Grotteria, Giancarlo Siniscalchi, Cataldo Strumbo, Marua Anfossi, Francesco Iovine, Giovanni De Paola, Giuseppe Cavallaro, Francesco Puta e Giuseppe Romano.

Ultima modifica: 13 maggio 2018

In questo articolo