Il Comune: sul lungomare non in regola 14 esercizi commerciali su 19



Su diciannove controlli effettuati, si è accertato che quattordici esercenti che svolgono attività sul lungomare non erano in regola rispetto ai permessi per l’occupazione di suolo pubblico. E’ questo il dato reso noto dal Comune di Crotone all’indomani dei controlli svolti sul lungomare da parte dei vigili urbani con il supporto dei carabinieri. Controlli che hanno suscitato un vespaio di polemiche. In una nota stampa l’Amministrazione comunale sottolinea: “Nessun intento vessatorio ma un normale controllo di routine nell’ambito del focus legalità voluto dal Comune quello interforze effettuato ieri sera sul lungomare cittadino dal comando dei vigili urbani con il supporto del Comando Provinciale dei Carabinieri”.
Sottolineando che “il lungomare, ai sensi dell’ordinanza emessa dal sindaco Pugliese, è stato “liberato” dagli ambulanti che, come previsto dalla stessa ordinanza, devono svolgere la propria attività all’interno dell’area circoscritta di piazzale Ultras”, l’Amministrazione rivela che: “per quanto attiene gli esercenti commerciali, su diciannove controlli effettuati, si è accertato che quattordici non erano in regola rispetto ai permessi per l’occupazione di suolo pubblico. Di questi solo otto hanno avviato la relativa pratica mentre gli altri non hanno neanche effettuato il previsto versamento. Due esercenti erano addirittura sprovvisti di licenza”.

Vien sottolineato anche che “la lotta all’abusivismo e all’illegalità è un punto fermo dell’attività amministrativa della Giunta Pugliese, condiviso più volte in specifici incontri con le associazioni di categoria. Tant’è che da più settimane si stanno svolgendo con regolarità controlli anti abusivismo e di verifica presso esercizi commerciali in varie zone della città compreso anche il lungomare”.
In ogni modo l’amministrazione, come ha detto anche il sindaco Pugliese incontrando venerdì sera sul lungomare gli esercenti e ribadito questa mattina negli incontri avuti con le forze dell’ordine, con le associazioni di categoria ed il comando dei vigili urbani, “intende adottare, nel rispetto delle regole, tutta la flessibilità possibile e la massima apertura rispetto alle esigenze degli esercenti e, a tale riguardo, anche gli uffici amministrativi sono stati allertati per accelerare al massimo le procedure proprio per consentire un proseguimento della stagione estiva nel rispetto delle regole ed allo stesso tempo con la massima soddisfazione sia per gli esercenti che per i cittadini e gli ospiti della città”.

Ultima modifica: 17 July 2017

In questo articolo