Vertice in Prefettura, a Cotronei e Petilia intensificata presenza forze di polizia

Incendio a Villaggio Palumbo

Il Comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica, riunitosi questa mattina presso la Prefettura di Crotone, ha preso in esame le vicende di criminalità che si sono verificate negli ultimi tempi nel territorio di Cotronei, in special modo nel Villaggio Palumbo di Trepidò dove sono stati perpetrati furti e danneggiamenti, oltre che in quello di Petilia Policastro.

Presieduta dal prefetto Cosima Di Stani, la riunione ha vist la partecipazione dei vertici delle horze dell’ordine e dei sindaci di Cotronei e Petilia Policastro.

Il Prefetto ha voluto evidenziare – informa una nota – che la risposta dello Stato è stata tempestiva e determinata e sarà continua e condotta a livelli sempre più alti. “Lo stato c’è – ha ribadito il Prefetto – e, fin dai primi momenti dopo gli episodi registrati, sono stati immediatamente aggiornati ed incrementati i dispositivi di prevenzione, di vigilanza e di controllo, con modalità operative più incisive ed efficaci”.

Il Prefetto nell’esprimere massima fiducia nell’attività investigativa, ha evidenziato che l’ulteriore intensificazione della presenza sul territorio delle forze di polizia vedrà anche l’ausilio del Reparto prevenzione crimine e sarà improntata nella direzione della massima visibilità e presenza delle forze dell’ordine sul territorio di Cotronei. Già, di recente, sono stati realizzati significativi risultati investigativi, come il rinvenimento di armi in un locale caldaia di un condominio di Villaggio Palumbo.

Allo stesso è stata evidenziata la necessità di stimolare gli imprenditori e i cittadini a collaborare con le forze dell’ordine, denunciando i fatti di cui si venga a conoscenza e ciò secondo il principio per cui la sicurezza integrata e partecipata deve necessariamente vedere imprenditori e cittadini attivi e pienamente collaborativi nei riguardi delle Istituzioni: tale fronte comune è il migliore sistema per arginare e contrastare il malaffare, nella comune coscienza che lo Stato è costituito sia da Istituzioni, sia dalla cittadinanza. In particolare, il Prefetto ha evidenziato che il rafforzamento strutturale permanente del sistema generale di sicurezza pubblica, incrementando anche la percezione di sicurezza, richiede coesione, integrazione e collaborazione, messaggio positivo che riafferma la fiducia dei cittadini nelle Istituzioni.

Inoltre è stata esaminata la situazione della sicurezza pubblica nel territorio del Comune di Petilia Policastro e, anche per quella zona, è stata disposta l’intensificazione dei servizi di controllo del territorio.

Ultima modifica: 6 novembre 2017