Prosegue la protesta dei due lavoratori ex Akros


omicidio parretta, via ducarne, salvatore gerace, giunta comunale

E’ proseguita per il terzo giorno consecutivo la protesta intrapresa da due lavoratori ex Akros, i quali martedì mattina si sono incatenati alla balaustra delle scale appena fuori l’ufficio del sindaco di Crotone, Ugo Pugliese. La protesta nasce a causa della mancata assunzione presso la partecipata Akrea dei lavoratori della società fallita un anno fa.
Ventotto sono stati assorbiti in Akrea circa un anno fa, mentre i restanti 34 attendono l’assunzione, che, secondo il piano sindacale, deve avvenire in seguito all’introduzione del sistema di raccolta differenziata.
I due lavoratori – affiancati da altri colleghi che hanno deciso di mantenere un livello basso di protesta senza incatenarsi – sollecitano l’avvio della raccolta differenziata per la quale l’amministrazione comunale si sta adoperando, ma per la quale non garantisce l’avvio in tempi troppo brevi, a causa dell’iter procedurale. Intanto i lavoratori potranno avere notizie dopo l’incontro che si terrà giovedì 27 tra sindacati, sindaco e presidente Akrea, i quali discuteranno della vertenza.

Ultima modifica: 23 maggio 2017