Operazione Stige, i consiglieri provinciali: dimissioni dopo approvazione bilancio


Consiglio Provincia di Crotone

Anche per la Provincia di Crotone arrivano le ripercussioni dell’operazione Stige. I consiglieri provinciali, infatti, hanno annunciato le dimissioni che avverranno, però, solo dopo l’approvazione del rendiconto del 2016 ed il bilancio di previsione 2017 e poi i consiglieri provinciali di Crotone potranno dimettersi. E’ quanto emerso al termine di un incontro che i consiglieri hanno avuto con il Prefetto di Crotone, Cosima di Stani, al quale hanno annunciato la decisione di dimettersi in seguito alle vicende giudiziarie scaturite dall’operazione Stige che hanno portato all’arresto del presidente della Provincia, Nicodemo Parrilla. Una decisione che è stata presa all’unanimitĂ  dai consiglieri riunitisi giovedì 11 gennaio  nella Sede istituzionale.

“Dette dimissioni – si legge in una nota dei consiglieri – potranno essere depositate solo a seguito dell’approvazione del Rendiconto 2016 e del Bilancio Previsionale 2017, unicamente al fine di consentire la prosecuzione dell’attivitĂ  amministrativa ed istituzionale dell’Ente, nonchĂ© per rassicurare anche il personale dipendente”.

Questa scelta di posticipare le dimissioni all’approvazione dei documenti finanziari dipende anche da una carenza normativa della nuova legge Delrio (legge attualmente incostituzionale essendo stata bocciata con Referendum,) che regola i consigli provinciali. Anche per questo, a quanto pare, dalla Prefettura di Crotone si è chiesto di soprassedere a dimissioni immediate per verificare la normativa. Una scelta di opportunitĂ  anche per evitare che, nel vuoto normativo, non approvando i bilanci si penalizzassero ulteriormente i dipendenti provinciali che non ricevono da mesi lo stipendio.

In ogni modo, il consigliere Armando Foresta si è dimesso dal ruolo di vicepresidente della Provincia al quale era stato indicato da Nicodemo Parrilla. Si tenga presente che la carica di vicepresidente della provincia non ha alcuna base giuridica in quanto la legislazione non prevede la giunta provinciale. Il Consiglio provinciale di Crotone attualmente è composto da: Armando Foresta, Gennaro Le Rose, Renato Carcea, Vincenzo Lagani, Dionigi Fera, Vincenzo Secreti, Mario Megna, Giampiero Amato, Samuele Albanese e Paola Carvelli. L’elezione del Consiglio provinciale è di secondo livello: ovvero i consiglieri vengono eletti dai componenti dei consigli comunali dei comuni della provincia e non dai cittadini.

 

Ultima modifica: 11 gennaio 2018

In questo articolo