Provincia, proclamati gli eletti. Parrilla: “So che la strada sarà in salita”



Si è insediato giovedì 12 gennaio il nuovo consiglio provinciale risultato eletto dalle votazioni svolte lo scorso 9 gennaio. Il segretario generale della Provincia, Ernesto Scalise, ha proclamato eletto presidente il sindaco di Cirò Marina Nicodemo Parrilla che ha indossato la fascia azzurra aiutato dal presidente uscente Franco Parise. Proprio Parise è stato battuto alle elezioni da Parrilla che aveva ottenuto il 62% delle preferenze dai consiglieri comunali dei paesi del crotonese.

Successivamente sono stati proclamati gli eletti al Consiglio provinciale. Per la lista Provincia in rete sono risultati eletti: Armando Foresta (Mesoraca), Gennaro Le Rose (Cutro), Renato Carcea (Crotone),Vincenzo Secreti (Cotronei), Dionigi Fera (Petilia Policastro), Vincenzo Lagani (Rocca di Neto); per la lista del Pd risultano eletti: Mario Megna (Crotone), Giampiero Amato (Rocca di Neto), Samuele Albanese (Crucoli) e Paola Carvelli (Petilia Policastro).

“Ho accettato di candidarmi perché credo nel progetto di mettere in rete il territorio della provincia di Crotone. Un progetto politico di condivisione nel quale dobbiamo essere tutti una sola squadra”. Ha detto il neo presidente della Provincia Nicodemo Parrilla ringraziando la consigliera regionale Flora Sculco (“il cui impegno è costante per questa provincia”), il sindaco di Crotone Ugo Pugliese (“che ha accettato la proposta di condividere il governo del territorio con le altre anime della provincia”) ed Enzo Sculco (“che è la mia guida”).

parrilla2“So a cosa vado incontro” ha proseguito Parrilla a proposito delle difficoltà di gestione dell’ente intermedio le cui finanze sono al lumicino: “La strada è difficile, in salita, ma mi sento protetto da una squadra forte che non disdegna il lavoro e che sa leggere le esigenze del territorio”. Il presidente neo eletto ha poi ribadito: “Voglio rassicurare i dipendenti ed i lavoratori della Provincia: il nostro impegno sarà massimo per garantire il futuro. Non abbiamo la bacchetta magica, ma garantiamo l’impegno per risolvere le problematiche”.

Il presidente uscente Franco Parise ha dato il suo augurio a Parrilla ricordando auspicando “che possa essere affiancato da tutti”. Parise ha ricordato che negli ultimi due anni la Provincia ha realizzato la centrale unica di committenza ed adempiuto a tutti gli obblighi della legge Delrio: “Ora si può programmare sperando che non ci siano più tagli ai trasferimenti e soprattutto che sia versata alla Provincia l’addizionale delle assicurazioni che non riceviamo da due anni: se non arriva ci saranno problemi seri di liquidità”. Infine, Parise si è tolto un sassolino dalle scarpe nei confronti del suo partito che non lo ha appoggiato: “Io sono disponibile per collaborare con la Provincia come sindaco, collega, professionista, amico: non dico compagno altrimenti chi mi ha tradito si offende”.

Ultima modifica: 7 May 2017

In questo articolo