Serie A, il Crotone affonda il Benevento con Mandragora e Rohden | GALLERY

Markus Rohden

Tre punti servivano e tre punti sono arrivati. Il Crotone liquida la pratica Benevento con un gol per tempo, incassa la prima vittoria stagionale e scala posizioni in classifica. I campani restano a zero e confermano evidenti limiti tecnici e mentali.

Nemmeno tre minuti di gioco e la sfortuna si accanisce coi rossoblu che perdono Tumminello. Il giovane scuola Roma si tocca il ginocchio dopo uno scatto, prova a riprendere ma è costretto ad alzare bandiera bianca. Nicola è già privo di Budimir e Tonev e getta nella mischia Simy. L’inizio è del Benevento che per due volte di testa mette i brividi a cordaz, col passare dei minuti il Crotone si scuote e alza il ritmo anche se la qualità del match resta al di sotto degli standard. Trotta si divora il vantaggio da due metri al 9′ e dopo tre minuti si ripete calciando in maniera fiacca da comoda posizione. Il pallino è nelle mani dei rossoblu che però non riescono a capitalizzare la netta superiorità contro un Benevento fragile e mai pericoloso. stoian e Rohden ci provano dalla distanza ma non trovano la porta.

A forza di spingere il Crotone sblocca il match al 43′ (prima rete in campionato allo Scida) con la prodezza di Mandragora che col sinistro di precisione dal limite scaglia alle spalle di Belec un pallone prima protetto da Simy e poi lavorato da stoian che il giocatore della Juventus conclude al meglio. Nel secondo tempo il Crotone mette subito al sicuro il risultato con l’acuto di Rohden che piazza un destro preciso dopo un assist al bacio di Trotta. In precedenza Simy due volte aveva sfiorato la prodezza personale. Il doppio vantaggio acquieta il Crotone che abbassa il ritmo e permette al Benevento di respirare. Arriva qualche brividino per cordaz e soprattutto il

Rigore (confermato anche dopo visione del Var) che Viola spedisce sul palo evitando un finale in apnea. Per il Crotone tre punti d’oro e classifica che assume un’altra fisionomia.

CROTONE: Cordaz, Stoian (70′ Faraoni), Rohden, Ceccherini, Barberis, Trotta, Sampirisi, Tumminello (3′ Simy), Mandragora, Martella (70′ Nalini), Ajeti. A disp.: Festa (GK), Viscovo (GK), Aristoteles,, Kragl, Izco, Simic, Cabrera, Martella, Crociata, . All. Nicola.

BENEVENTO: Belec, Cataldi, Lazaar (53′ Parigini), Coda (59′ Viola), Di Chiara, Costa, Venuti, Puscas, Memushaj, Lombardi, Gravillon (64′ Letizia). A disp.: Brignoli (GK), Del Pinto, Chibsah,, Giamfy, Armenteros. All. Baroni.

Arbitro: Orsato di Schio
Reti: 43′ Mandragora (C), 58′ Rohden (C)
Ammoniti:
Note: 84′ Viola (B) sbaglia un calcio di rigore

 

Ultima modifica: 25 settembre 2017

In questo articolo