Tartaruga marina ferita salvata da due sub a Le Castella

Una tartaruga caretta caretta con un filo di palamito nel tratto finale dell’intestino è stata soccorsa venerdì pomeriggio da due sub di Le Castella che si stavano allenando per l’apnea nelle acque antistanti il castello aragonese. Sono stati Francesco Scerbo e Francesco Loiacono, di Isola Ambiente apnea e Egds Lega Navale Le Castella,  a trovare lo splendido esemplare dio oltre 50 chili che stava nuotando a pelo d’acqua in evidente difficoltà. Mentre l’area marina protetta è interdetta ai sub  per le escursioni in apnea, continuano ad essere trovate tartarughe che vengono ferite da eliche di motoscafo o che vengono prese all’amo. La tartaruga soccorsa venerdì 22 settembre aveva ingoiato un filo di palamito che gli fuoriesce dall’orifizio anale dove, probabilmente è bloccato dall’amo. I due sub hanno avvisato, tramite le loro associazioni, il Centro di recupero delle tartarughe di Capo Rizzuto e l’esemplare è stato prelevato dai volontari del Wwf che gestiscono la struttura.

Ultima modifica: 22 settembre 2017

In questo articolo