Variante 106 Crotone-Simeri per fine anno il progetto



“La Regione Calabria si farà carico di sostenere lo studio di fattibilità per la realizzazione del collegamento tra Crotone e Catanzaro con una strada più sicura e veloce”. Lo ha detto il governatore della Calabria, Mario Oliverio, nel corso della presentazione della variante al megalotto 6 della statale 106 da Simeri Crichi a Passovecchio. Alla presenza dell’amministratore delegato di Anas, Gianni Armani, il presidente Oliverio ha spiegato che la Regione ha accolto la proposta partita dal basso ed ha chiesto ad Anas il sostegno tecnico per lo studio di fattibilità.
“L’auspicio è quello di riuscire ad avere entro la fine dell’anno lo studio di fattibilità” ha dichiarato ancora Oliverio.
Una volta realizzato lo studio di fattibilità si potrà conoscere l’effettivo costo della variante e quindi passare ad allocare le risorse.
L’idea della variante al megalotto 6 (55 km da realizzare sul vecchio percorso delle Ferrovie Calabro lucane) è stata proposta circa 10 anni fa dall’ingegnere Antonio Bevilacqua e poi accolta dalla Provincia di Crotone attraverso il Centro di monitoraggio per la sicurezza stradale di Crotone che ha ottenuto il consenso di 36 Consigli Comunali della provincia di Catanzaro e Crotone e delle Province di Crotone e Catanzaro. L’iniziativa è stata sostenuta poi dal comitato Nuova 106 che ha raccolto le firme di migliaia di cittadini.
Armani ha evidenziato la collaborazione tra Anas e Regione per arrivare il prima possibile a uno studio di fattibilità. “Abbiamo cominciato un lavoro – ha detto Armani -che parte da una proposta venuta dal basso per realizzare uno studio di fattibilità per una strada per traffico a lunga percorrenza tra Crotone e Catanzaro. Oggi lavoriamo in modo diverso dal passato: non proponiamo progetti fantasmagorici che non avevano mai fine e difficilmente realizzabili”.
Oliverio ha annunciato un protocollo di intesa con Anas per collaborazione tecnico economico per lo studio di fattibilità.
L’assessore regionale alle infrastrutture, Roberto Musmanno, ha spiegato che lo studio di fattibilità interesserà tutta la rete viaria del territorio interessato dalla variante.

Ultima modifica: 9 maggio 2018

In questo articolo