Verso Juve-Crotone, Cordaz: orgogliosi di giocarci il nostro sogno contro i più forti al Mondo

“Siamo orgogliosi di poterci giocare il nostro insperato sogno allo Juventus Stadium contro la squadra più forte del mondo”. Esordisce così Alex Cordaz, portiere e capitano del Crotone, nella conferenza stampa che precede la partenza della squadra calabrese verso Torino. “Abbiamo tantissimo rispetto per la Juventus – dice il portiere -, ma nessuna paura. Dobbiamo buttare il cuore oltre l’ostacolo. Sarà un piacere giocare contro una squadra fortissima per capire soprattutto dove possiamo arrivare”.
Alex Cordaz fa notare la differenza tra il Crotone che ha perso per 2-0 all’andata e quello che andrà a Torino a giocarsi una fetta di salvezza contro la Juventus che si gioca lo scudetto: “Adesso siamo più consapevoli dei nostri mezzi e delle nostre strategie, ma non saremo un’armata Brancaleone perché in queste ultime gare abbiamo fatto tanto, ma ancora non ottenuto niente. Anche il fatto che mister Allegri dica che quella di domenica per loro è un’altra finale ci deve rendere orgogliosi di quello che abbiamo fatto”.
Domenica, allo Juventus Stadium, Cordaz si troverà di fronte alcuni degli attaccanti più forti al mondo: “Ho pensato in questi giorni che sarà un piacere poter giocare contro Higuain o Dybala, ma domenica non guarderò certo alle maglie. Penserò a fare il meglio per il Crotone”.
Non nega il capitano rossoblu che domenica, in caso di sconfitta e concomitanti vittorie di Empoli e Genoa) il Crotone potrebbe essere retrocesso: “Tutto quello che accadrà dobbiamo accettarlo. Siamo la matricola del campionato, non abbiamo mai fatto brutta figura né come squadra, né come società, né come tifoseria. Abbiamo saputo lavorare sodo anche nelle difficoltà e siamo a giocarci comunque un sogno. Comunque vada de usciamo a testa alta”.

Ultima modifica: 19 maggio 2017

In questo articolo