/ Sport

Accadeva un anno fa

Sport | 10 dicembre 2021, 20:36

Serie B, Crotone sprofonda verso il baratro: a Cremona quinta sconfitta consecutiva

Serie B, Crotone sprofonda verso il baratro: a Cremona quinta sconfitta consecutiva

Il livello di sopportazione è abbondantemente superato. Uno straziante incedere che non conosce sosta e aggiorna numeri sempre più mortificanti e inaccettabili.Quanto bisogna ancora tollerare questo scempio? Comunque la giri, finisce sempre allo stesso modo. Come a Cremona, che aggiorna a cinque le sconfitte consecutive. Numeri desolanti e che inchioda una volta di più la squadra di Marino in fondo alla classifica, con speranze e certezze ormai sprofondare.

 

L'ultimo della serie, appunto, arriva da Cremona, tappa d'anticipo del weekend che come appendice presenta lo stesso menù delle precedenti quattro. Crotone affondato e inchiodato a quella quota 8 dalla quale non riesce proprio a tirarsi fuori. Con la complicità anche di Pasquale Marino, che dopo sette giornate può vantare appena un punto, addirittura peggio della disastrosa gestione Oddo di tre stagioni fa. Il tempo delle riflessioni è nuovamente aperto, anche perchè diventa dura accettare passivamente questo andazzo. Gennaio dirà molte cose, anche se con la serie C ormai realtà concreta la sessione invernale rischia di diventare un inutile tentativo di ripulire macerie sparse ovunque. Che tutti hanno contribuito a spargere in maniera ignobile.

 

Quando va sotto non riesce a rimontare, quando invece si porta in posizione di vantaggio, viene sistematicamente raggiunto e sorpassato. E fa specie la naturalezza con la quale le avversarie lo 'scherzano', come nel caso della Cremonese, che soltanto nel finale ha rischiato qualcosa dopo il rigore che Benali ha trasformato rimettendo in gioco un Crotone facilmente asfaltato ogniqualvolta veniva aggredito nella propria aria. Eppure la serata era iniziata bene. Illusione. E basta.

 

Marino perde Mulattieri, lesione muscolare e fuori per qualche settimana. In attacco c'è solo Maric, con Benali e Zanellato a supporto in una sorta di 3-4-2-1 con Vulic ed Estevez in mezzo e Molina e Sala sugli esterni. Il Crotone sblocca a sorpresa il match dopo quattro minuti. La firma è di Maric, bravo a raccogliere un invito ravvicinato e col piattone depositare alle spalle di Carnesecchi. Una rete che galvanizza i rossoblu, sistemati con un atteggiamento prudente ma allo stesso tempo bellicoso, pronto a catapultarsi negli spazi con gli inserimenti di Benali e Zanellato. Il pallino del gioco è però nelle mani della Cremonese che col passare dei minuti aumenta l'intensità e i pericoli dalle parti di Festa. Qualche mischia viene disinnescata con affanno ma la pressione prende quota e si avverte il timore di capitolare. Clamorosa la sbucciata sottoporta di Buonaiuto che grazia Festa da zero metri. Lo stesso esterno grigiorosso  va segno dopo il 35' ma rete è annullata per fuorigioco confermato anche dal Var. Ma il acrotone non ha imparato la lezione e come contro il Vicenza incassa la rete un minuto dopo essere stato graziato dal Var. Una palla in territorio offensivo viene persa malamente avviando una velenosa ripartenza in campo aperto che la Cremonese capitalizza con il bolide di Fagioli che non lascia scampo a Festa firmando il pari che manda le squadre all'intervallo.

 

E mentre pensi di assistere ad una rabbiosa reazione, ecco presentarsi il consueto menu indigesto. La Cremonese spezza subito l'equilibrio e colpisce con Strizzolo. Una mazzata per una squadra fragile e svagata, che perde facilmente la bussola e passeggia per il campo con scarse idee e lucidità. IN questo contesto è facile per la Cremonese gestire il vantaggio e poi affondare il colpo approfittando della solita leggerezza difensiva rossoblù. La firma è di Zanimacchia, che spegne le residue speranze del Crotone, rinvigorite però dal penalty che Benali trasforma a cinque minuti dallo scadere. Il forcing dei rossoblù non produce però l'auspicato pareggio, che in realtà sarebbe servito a poco per la classifica. Ma almeno avrebbe scosso una stagione folle, che non vuole saperne di raddrizzarsi continuando a inserire mortificanti pugni nello stomaco.

 

CREMONESE-CROTONE 3-2

 

MARCATORI: 4' pt Maric, 37' pt Fagioli, 5' st Strizzolo, 28' st Zanimacchia, 37' st Benali (rig)

 

CREMONESE (4-2-3-1): Carnesecchi; Sernicola, Bianchetti, Okoli, Crescenzi; Castagnetti, Fagioli (65′ Valzania); Strizzolo (65′ Baez), Gaetano (84′ Deli), Buonaiuto (58′ Zanimacchia); Ciofani (84′ Vido).

A disp.: Ciezkowski, Sarr, Valeri, Ravanelli, Nardi, Meroni, Di Carmine.

All.: Fabio Pecchia

 

CROTONE (3-5-1-1): Festa; Nedelcearu, Canestrelli, Paz; Molina, Estevez, Vulic (86′ Oddei), Zanellato (66′ Giannotti), Sala (66′ Kargbo); Benali; Maric.  A disp.: Contini, Saro, Cuomo, Visentin, Donsah, Rojasmazora, Borello, Mogos, Schirò.

All.: Pasquale Marino

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Abbonati