Cronaca - 07 gennaio 2022, 19:16

Rigenerazione urbana, la Giunta: quei 20 milioni non sono frutto del caso

Rigenerazione urbana, la Giunta: quei 20 milioni non sono frutto del caso

CROTONE - "Non sono finanziamenti capitati per caso, sono frutto di una programmazione che vede una serie di interventi interconnessi tra loro e che interessano diversi quartieri della città senza sovrapporsi ad altre progettualità che l’amministrazione ha già previsto per altri quartieri". E' quanto si legge in una nota dell'amministrazione comunale diramata al termine della conferenza stampa di presentazione dei progetti di rigenerazione urbana che si è tenuta questa mattina nella sala consiliare del palazzo del Comune. Ne hanno parlato davanti ai giornalisti il sindaco Vincenzo Voce e l'assessore all'Urbanistica Ilario Sorgiovanni.

 

Il finanziamento, approvato dal ministero dell’Interno di concerto con quello dell’Economia e delle Finanze e quello delle Infrastrutture e della Mobilità sostenibile, era stato annunciato a cavallo tra la fine del 2021 e l'inizio del nuovo anno. Complessivamente venti milioni di euro distribuiti su sette interventi in altrettante zone della città, frutto di "un lavoro sinergico con la Giunta ed in particolare con l’assessorato ai Lavori pubblici che ha portato ad un significativo quanto importante risultato in termini non solo finanziari ma anche di positiva valutazione della capacità progettualità dell’Ente" aggiunge la nota diramata dall'Urbanistica.

 

"In particolare - sintetizza l'assessore Sorgiovanni - per i quartieri San Francesco, Poggio Pudano, Vescovatello e 300 Alloggi si interviene per migliorare la mobilità e riqualificare non solo da un punto di vista strutturale ma anche della vivibilità del contesto urbano, valorizzando le strutture sportive e i centri di aggregazione per favorire l’inclusione e l’integrazione. Per quanto attiene Capo Colonna è prevista la riqualificazione e rigenerazione dell’area e sono programmate demolizioni di costruzioni abusive, confiscate e già acquisite al patrimonio comunale. Questa azione è funzionale alla valorizzazione del Parco archeologico".

 

"Anche il lungomare, dall’ex piscina Coni fino al Cimitero cittadino, sarà oggetto di restyling con il ripristino delle strutture esistenti e un nuovo arredo urbano per renderlo accogliente, funzionale e attraente, oltre che per consentire l’accesso alla spiaggia alle persone con diversa abilità abbattendo le barriere architettoniche" aggiunge l'assessore all'Urbanistica". Interventi pure a Gabelluccia, il quartiere dove risiede anche il sindaco Voce; attualmente isolato dalla città, il quartiere, che si snoda sull'argine nord del fiume Esaro, sarà collegato con "il quartiere San Francesco attraverso un passerella ciclo pedonale" aggiunge Sorgiovanni, "anche per dare vivibilità ad una zona particolare disagiata".

 

Infine "attenzione anche al quartiere Papanice con interventi su strutture sportive e arredo urbano e riqualificazione delle aree verdi".

Ti potrebbero interessare anche:

SU