/ Sport

Sport | 10 aprile 2022, 17:40

Serie B, la Ternana sbanca lo Scida e spegne le ultime speranza di salvezza del Crotone

Serie B, la Ternana sbanca lo Scida e spegne le ultime speranza di salvezza del Crotone

Il sipario può calare. E adesso per davvero. La stagione disgraziata e illogica del Crotone incrocia l’ennesima bivio fallimentare, che chiude di fatto le ultime (flebili) speranze di sopravvivenza. Il de profundis si comuna allo Scida contro la Ternana, in una di quelle partita che la logica avrebbe dovuto indirizzare su altri binari, ma che il Crotone di questa ‘drammatica’ stagione si complica tremendamente, per quelle fragilità mentali e tecniche emerse in maniera disarmante in un pomeriggio che diventa evidentemente quello che chiude tutti i discorsi. Perché è inutile aggrapparsi all’aritmetica quando fallisci sistematicamente ogni tappa. E il curriculum di scivoloni del Crotone è davvero enorme: 3 vittorie su 34 partite è un dato sufficiente per spegnere ogni discorso. E non serve consolarsi con i ko di Cosenza e Vicenza, perché sono assist che il Crotone continua sistematicamente a sciupare.

Modesto sceglie Schirò per rimpiazzare lo squalificato Awua, assente insieme a Kone e Schnegg. Davanti ci sono ancora Marras e Cangiano a supporto di Maric. La situazione contingente impone una sceneggiatura che vede il Crotone obbligato ad aggredire contro un’avversaria apparentemente tranquilla, ma il copione stagione presenta invece trame opposte. Come quella andata in onda allo Scida, con un Crotone decente per un tempo, ma senza particolari acuti, salvo la fiammata illusoria di Golemic, rimasta l’unica in un pomeriggio che col tempo si è trasformato in un calvario, dapprima acceso dal pareggio degli umbri, maturato sugli sviluppi di un piazzato che ha trovato la difesa rossoblù posizionata in mood pasticciato. Tutto da rifare, ma la verve del Crotone si è evaporata ben presto, e il piccolo trotterellare che ha accompagnato il resto della frazione non ha prodotto altri sussulti.

Nel secondo tempo ti aspetti un Crotone rabbioso e furente, consapevole che in ballo ci sono gli ultimi punti per restare aggrappati al treno della salvezza, ma gli uomini di Modesto spengono improvvisamente l’interruttore e spariscono dalla scena. La Ternana prende il sopravvento, mentre i rossoblù sbagliano tutto il possibile, non riuscendo mai a gestire la palla e ripartire, ma rimanendo ostaggio della maggiore fluidità degli umbri, evidentemente più liberi di testa.  Dopo un paio di brividi disinnescati, ci pensa Festa a togliere le castagne dal fuoco, e mentre Modesto prova a cambiare le carte in tavola, senza ottenere risposte, arriva il clamoroso sorpasso della Ternana che ribalta il match gettando nello sconforto lo Scida. Ci sarebbe un quarto d’ora per rialzare la testa,  ma il Crotone non ha più la forza per tornare in superficie, impotente e rassegnato all’ennesima figuraccia di un torneo sempre più fallimentare. Che ormai vede  vicino lo spettro della serie C.

CROTONE-TERNANA 1-2

MARCATORI: 6’pt Golemic (C), 28’pt Partipilo (T), 31’st Defendi (T)

CROTONE: Festa; Canestrelli, Golemic, Nedelcearu (33’st Emre Güral); Mogos, Estevez, Schirò (30’st Vulic), Sala (13’st Giannotti); Marras (13’st Borello), Cangiano (13’st Kargbo); Maric. A disp.: Saro (GK), Cuomo, Adekanye, Mondonico, Calapai, Giannotti, Nicoletti, Serpe. All. Modesto

TERNANA: Krapikas; Bogdan (36’st Boben), Sorensen, Celli; Furlan (22’st Defendi), Koutsoupias (14’st Paghera), Proietti, Palumbo, Martella (22’st Diakitè); Partipilo, Donnarumma (14’st Pettinari). A disp. : Vitali (GK), Ghiringhelli, Mazza, Peralta, Capone, Mazzocchi, Rovaglia. All. Lucarelli

ARBITRO: Abbattista di Molfetta
AMMONITI: Estevez (C), Bogdan (T), Martella (T), Golemic (C), Giannotti (C)

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Abbonati