/ Cronaca

Cronaca | 30 aprile 2022, 13:58

Reggio Emilia, in carcere imprenditore crotonese per bancarotta fraudolenta

Il palazzo di giustizia di Reggio Emilia

Il palazzo di giustizia di Reggio Emilia

REGGIO EMILIA - Un imprenditore residente a Gualtieri, nel Reggiano, è stato arrestato dai Carabinieri con l'accusa di bancarotta fraudolenta. L'uomo, un 51enne originario della provincia di Crotone, era stato ammesso - nel marzo dello scorso anno - al beneficio dell'affidamento in prova ai servizi sociali a seguito di una condanna a 2 anni, 9 mesi e 10 giorni di reclusione - proprio per bancarotta fraudolenta - pronunciata, nel novembre del 2019 dalla Corte d'Appello di Bologna ed ora è stato raggiunto da una nuova condanna, sempre per la stessa accusa, da parte del Tribunale di Verona.

Questa nuova pronuncia ha visto la Procura della Repubblica di Verona emettere il provvedimento di cumulo comprensivo dell'ulteriore condanna rideterminando, di conseguenza, il fine pena al dicembre del 2027. Trattandosi di una pena residua che supera il limite dei 4 anni, necessario per l'ammissione alla misura alternativa dell'affidamento in prova, il magistrato di sorveglianza di Reggio Emilia ha revocato la misura provvisoria di cui l'imprenditore beneficiava: ieri pomeriggio, quindi, i Carabinieri della stazione di Gualtieri hanno rintracciato e arrestato il 51enne che è stato portato in carcere. 

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Abbonati