Cultura e spettacoli - 03 giugno 2022, 09:28

Alla Salute, ecco il video di Jovanotti che dalla Calabria invita all'allegria

Registrato tra Scilla e Gerace racconta la voglia di scrollarsi di dosso le paure della pandemia (Guarda il Video)

Alla Salute, ecco il video di Jovanotti che dalla Calabria invita all'allegria

E' on line il videoclip del brano 'Alla salute' di Lorenzo Jovanotti girato in Calabria tra Scilla e Gerace. Il video è stato pubblicato il 2 giugno in esclusiva da Repubblica e poi sui canali social musicali. Firmato da Giacomo Triglia, regista calabrese tra i più apprezzati della scena musicale italiana, il video prodotto da Capitol /Universal si avvale della produzione di Borotalco TV.

Nel video Lorenzo ospita un artista internazionale d’eccezione: Shantel il produttore, cantante e disc jockey tedesco, celebre per i suoi lavori con la sua orchestra gitana e per i suoi remix tra musica balcanica ed elettronica, con cui ha più volte conquistato la vetta della World Music Charts europea.Un brano alla Jovanotti, bello, divertente, allegro che nel video si colora delle bellezze della Calabria e della sua gente.

Il brano è tratto dal capitolo 'Mediterraneo' che farà parte del 'Disco del sole' che uscirà in autunno. "Alla salute è nata, durante la pandemia, da quel forte desiderio di guardare avanti e di apparecchiare la festa per quando ci servirà questa canzone pazza e senza tempo. - ha affermato Lorenzo Jovanotti -. La collaborazione di Shantel conferisce autenticità assoluta all’atmosfera che il pezzo vuole evocare. E’ un brindisi, una danza sfrenata e alcolica, uno sfogo necessario e pagano. La sonorità è mediterranea della sponda est, registrato tra Atene, Cortona, Dusserdolf e Istanbul con un ensemble di musicisti formidabili immersi nella tradizione delle diaspore europee. E’ un treno questo pezzo, è una festa su un treno che viaggia verso tempi migliori ma non dimentica da dove è partito e le stazione che via via attraversa”. 

Le riprese si sono svolte tra Scilla (dove Lorenzo Cherubini viene ripreso a cantare su un gozzo comandato da Giovanni Arena) e Gerace e raccontano - sulla falsariga delle tradizioni religiose calabresi - dell'arrivo via mare di un pala lignea sulla quale sono rappresentate figure magno greche che fanno pensare ai baccanali.  Un espediente che il regista utilizza per descrivere, come canta Jovanotti, la fine del periodo di pandemia ed il ritorno alla normalità ed all'allegria. D'altronde anche la stessa canzone invita a guardare al futuro: "Alla salute, alla salute delle cose vissute/ Delle giornate che non sono ancora arrivate/ e ci raggiungono così come fa l’estate/ con la promessa che le cose poi saranno cambiate/ da adesso in poi ricorderemo i tempi duri/ quando stavamo chiusi a chiave dietro ai muri".

Jovanotti che porta l'allegria è accompagnato da una processione con la banda musicale 'Città di Gerace'. Tanti gli attori calabresi in scena provenienti dalla scuola cinematografica della Calabria di Siderno; i giganti che accomnpagnano la processione sono dell'Associazione Amici per il Centro Storico Borgo Antico di Gioiosa Jonica. Nel video anche due citazioni cinematografiche: una tratta da Novecento di Bernardo Bertolucci (la scena delle bandiere) e l’altra da Il bisbetico domato con Adriano Celentano (la pigiatura dell'uva). 

Il video è stato interamente girato in Calabria, e realizzato in collaborazione con Fondazione Calabria Film Commission e finanziato nell'ambito del programma "Calabria Straordinaria" Assessorato Turismo e Marketing Territoriale della Regione Calabria. “Dove sorge il bello c’è la Calabria, la musica, il cinema, così l’approdo dell’estetica di Jovanotti è il primo importante passo del nostro progetto e del nostro percorso - ha continuato Anton Giulio Grande, Commissario straordinario della Fondazione Calabria Film Commission - Accogliamo un grande artista e il suo ritmo visivo per promuovere le nostre location, così da creare interesse e veicolare immagini cult dei nostri spazi migliori. Una prova d’autore per i 36 set di prossima apertura, tra scenari e nuove opportunità: mettere in rete territori attraverso la potenza delle immagini cinematografiche”.

 

 

Ti potrebbero interessare anche:

SU