/ Cronaca

Cronaca | 13 giugno 2022, 11:45

Indagine sui disturbi psico-fisici post lockdown. Il progetto di "Milton Erckson" per le scuole del territorio

La somministrazione dei questionari per i ragazzi, al via da settembre prossimo

Indagine sui disturbi psico-fisici post lockdown. Il progetto di "Milton Erckson" per le scuole del territorio

Il progetto dell'associazione "Milton Erckson" coordinata dal presidente Carlo Sestito Dh oncologico dell'ospedale San Giovanni di Dio di Crotone - e da 12 giovani professionisti psicologi e psicoterapeuti prenderà il via a settembre 2022. "L'impatto del lockdown dal punto di vista psico-fisico, scolastico e socio-relazionale sugli studenti di scuola media superiore della provincia di Crotone" è il nome del progetto presentato nella mattina del 13 giugno presso la Sala giunta del Comune di Crotone alla presenza dell'equipe di professionisti dell'associazione e dell'assessora alla Cultura Rachele Via. Il tema coinvolgerà le tante scuole della città che hanno già aderito al progetto. Infatti, gli studenti del Liceo Classico Pitagora, dell'Ist. Barlacchi, dell'Ist. Gravina, dell'Ist. Donegani e Ist. Ciliberto hanno inteso partecipare, accogliendo la proposta dell'equipe di Milton Erckson, allo sviluppo di una indagine quantitativa  al fine di rilevare i dati relativi alle conseguenze psicologiche ed ai traumi post Covid.

L'indagine prevede la somministrazione dei questionari alle classi; il sondaggio è anonimo ma verrà apposto su ogni modulo un codice identificativo per scuola. Alla riunione di presentazione del progetto erano altresì presenti le docenti referenti del progetto che hanno espresso le loro perplessità perchè alcuni alunni, nonostante i numerosi tentativi di sostegno da parte degli insegnanti, hanno timore della figura dello psicologo e non la accettano. Mentre altre docenti hanno fatto emergere l'importanza della somministrazione del questionario anche ai professori che, così come gli studenti, hanno sopportato e superato il carico di lavoro in Did e Dad degli ultimi anni ma anche gli stati d'ansia e la rabbia dei ragazzi che si sono chiusi nel loro mondo dietro uno schermo. 

I dati a livello nazionale presentati sono già preoccupanti. Le ripercussioni psicologiche del lockdown sui bambini sotto i 6 anni ma anche sopra i 6 anni e fino ai 18 sono tante. Questi rilevano ancora difficoltà ad addormentarsi, nonchè risvegli notturni e irritabilità. Fenomeni che si accentuano ancor più al nord Italia. 

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Abbonati