/ Cronaca

Cronaca | 14 giugno 2022, 09:41

Antica Kroton: un progetto "naturalistico" che punta tutto su Parco Pignera

8 milioni e 400 mila euro per ricostruire camminamenti storico culturali all'interno del Parco ed interventi di autosufficienza energetica

Antica Kroton: un progetto "naturalistico" che punta tutto su Parco Pignera

Ormai è chiaro che il progetto Antica Kroton è un progetto naturalistico. Per fruire dei beni territoriali si è pensato infatti di puntare tutto su Parco Pignera investendo così 8 milioni e 400 mila euro nella sola disponibilità del Comune di Crotone.

Il progetto intende trasformare Parco Pignera in un'area di "musealizzazione a cielo aperto" per ricostruire i ritrovamenti dei vari percorsi che si estendono dal sud della città alla zona nord.  Il dirigente al progetto Antonio Senatore, audito lunedì 13 giugno nella Sala consiliare del Comune cittadino, ha spiegato l'intervento sui 15,5 ettari di estensione del Parco Pignera, confinante con la perimetrazione della città. Precisato ancora che "nessuno scavo si farà per direttive comunali" e che "l'unico scavo da 4 milioni sarà di competenza del Mic"-  in riferimento all'area stadio di circa 1 ettaro e mezzo nella quale sono già state fatte alcune prospezioni negli anni - il Dirigente ha anche detto che "l'intero Parco Pignera sarà valorizzato senza scavi. Si faranno dei camminamenti all'interno del parco che per sua estensione unisce tutta la città da via Giovanni Paolo II, al Pala Milone sino alla parte Nord della città e, per quanto riguarda il Museo di Pitagora, saranno fatti interventi che riguardano l'autosufficienza energetica. A Crotone non abbiamo un patrimonio archeologico monumentale - spiega Senatore - abbiamo la storia e dobbiamo partire dalla sua ricostruzione per farla conoscere prima ai cittadini crotonesi e poi ai turisti. Il progetto Antica Kroton non può stravolgere la città ma deve avere la capacità di attrarre a se altri progetti".

Intanto la scadenza al 2025 è prossima e, per vedere almeno i primi cantieri, si dovrà aspettare anzitutto l'approvazione del bilancio da parte della Giunta comunale per poi avviare tutte le procedure di preparazione dei bandi di gara che, come è noto, sono affidate ad Invitalia.

Tutti gli approfondimenti sono disponibili sull'edizione cartacea e digitale de Il Crotonese di venerdì 17 giugno. 

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Abbonati