/ Sport

Sport | 14 luglio 2022, 12:50

Crotone, l'entusiasmo di Franco Lerda: "In questi anni ho sperato e pensato di poter ritornare"

Crotone, l'entusiasmo di Franco Lerda: "In questi anni ho sperato e pensato di poter ritornare"

“Sono contento di rivedervi - esordisce l’allenatore - di essere tornato in questa piazza che ho lasciato 12 anni fa. Ho sperato e pensato di tornare, ho avuto l’opportunità e ringrazio il presidente e il direttore generale per la possibilità che mi hanno concesso. Si tratta di una sfida affascinante, che non vedo l’ora di iniziare. Crotone è stata la mia prima piazza di un certo livello,  lo è ancora di più oggi, perchè il mio percorso in questi anni è stato altalenante. Ma questa città mi ha lasciato dei ricordi significativi e rappresenta per me un trampolino di lancio. Il presidente ha parlato di forza, voglia e volontà, e questi devono essere i nostri requisiti”

“Rispetto alla prima esperienza ora siamo la squadra da battere. Le difficoltà sono diverse, ma proprio per questo dovremo essere più umili, le ambizioni sono chiare. Lavoreremo per cercare una mentalità importante, e per far sì che ogni partita sia quella decisiva. Dovrà essere una squadra che rispecchi le tradizioni del Crotone città e società”.

Non lo spaventa il prevedibile ritardo sulla tabella di marcia in merito alle operazioni di mercato. “Siamo in linea come tutte le squadre, e del resto col mercato aperto fino a settembre non si può chiedere altrimenti. Partiamo in ritiro con alcune certezze, altre da valutare. Mi confronterò con ognuno di loro in questi giorni e poi vedremo le soluzioni più idonee per tutti”.

Accanto a lui lo conforta Gianni Vrenna: “Allestiremo una squadra di primo livello. Siamo attenti e vigili fino a settembre, ci saranno arrivi e uscite, con la prerogativa che chiunque indossi la maglia del Crotone dovrà farlo convinto e motivato, senza alcun tentennamento o dubbio. Altrimenti la porta è aperta”. E su questo fronte, il patron anticipa la possibilità di uscita per quei giocatori che hanno maggiore mercato, tra i quali Nedelcearu, Vulic, Benali e Mogos: ‘Stiamo trattando - chiosa - e probabilmente non vestiranno la maglia rossoblù”.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Abbonati