/ Cronaca

Cronaca | 26 agosto 2022, 16:00

Bcc chiude sportelli a Cutro, Melissa e Sellia Marina, al loro posto Bcc point

Proteste dalle comunità, ma l'istituto di credito ribadisce: confermiamo la presenza della BCC attraverso l’utilizzo dei nuovi strumenti che la tecnologia offre

Bcc chiude sportelli a Cutro, Melissa e Sellia Marina, al loro posto Bcc point

La Banca di credito cooperativo Calabria Ulteriore, che raggruppa anche l'ex Bcc del Crotonese, dal prossimo 19 settembre chiuderà gli sportelli di Cutro, Melissa e Sellia Marina.

Una decisione che ha provocato forti reazioni contrarie sia dai cittadini che dalle istituzioni. Il sindaco di Melissa, Raffaele Falbo, ha definito "scellerata la scelta di chiudere la filiale Bcc del nostro Comune: uno scippo e un'offesa a tutti coloro che hanno sempre creduto nella presenza di una struttura bancaria al servizio del territorio". Falbo sostiene che "da una prima interlocuzione con i vertici della Banca le motivazioni sono poco convincenti" ed annuncia che: "stiamo lavorando per capire lo stato dei fatti e, soprattutto , per scoprire la verità su questa scelta al fine di  mettere in campo le azioni necessarie per evitare il perpetrarsi di un danno grave alla collettività". 

A Cutro, dove il comune è guidato da una commissione prefettizia, a farsi portavoce del malcontento era stato l'ex consigliere Antonio Lorenzano il quale aveva parlato di "un ulteriore depauperamento del  tessuto sociale ed economico” facendo appello "alle forze  politiche di ragionare seriamente su una iniziativa di protesta per impedire il declino che impoverirà ulteriormente la comunità intera".

Intanto, come anticipato sull'edizione cartacea de il Crotonese del 26 agosto a proposito della chiusura dello sportello di Cutro, arriva la nota ufficiale della Bcc Calabria ulteriore che da una parte conferma la chiusura degli sportelli e dall'altra ribadisce la volontà di rimanere presenti nelle comunità attraverso i Bcc point.

"La nuova BCC - si legge in una nota dell'istituto bancario - prevede di inaugurare lo strumento del BCC Point con l’attivazione di un ATM evoluto e, insieme, la figura di un consulente presente sul territorio per offrire assistenza e consulenza su tutti i prodotti e servizi bancari attraverso gestori dedicati e specializzati. Questo modello combinato sarà varato a partire dal prossimo 19 settembre, andando a sostituire le filiali presenti a Melissa, Sellìa Marina e Cutro, in pieno accordo con la capogruppo Iccrea Banca".

Il presidente Sebastiano Barbanti, su il Crotonese in edicola, aveva anticipato la notizia parlando di "evoluzione della banca".  Concetto che ribadisce nel comunicato del 26 agosto: "Oggi constatiamo che il territorio sta cambiando le abitudini, anche grazie all’introduzione delle nuove tecnologie – dice  Barbanti, – per noi rimane fondamentale continuare a garantire, in modo sostenibile nel lungo termine e a garanzia dei soci e clienti, il servizio alla comunità. Rimaniamo così vicino al territorio, con servizi evoluti che uniscono il ruolo delle persone a quello dell’innovazione. Questo nuovo modello è sintetizzato nel nostro BCC Point dove, oltre a un ATM evoluto e con cui poter fare il 95% delle operazioni bancarie, c’è anche la figura di un nostro consulente esperto e pronto ad andare incontro, dietro appuntamenti programmati, alle necessità del territorio affinché sia la BCC a fare visita ai clienti e non viceversa. Abbiamo pensato a questa soluzione perché vogliamo mantenere il nostro spirito cooperativo: non abbandonare il territorio ma accompagnare la clientela affinché possa, in breve tempo, conoscere e apprezzare il nostro impegno”.

Viene precisato che a livello occupazionale non cambia nulla: "La scelta adottata dalla Banca - è scritto nel comunicato - non prevede razionalizzazioni verso le risorse impiegate".

L'istituto spiega che "il nuovo BCC Point, già proposto da altre BCC del Gruppo in altre zone del Paese, consente alla clientela di realizzare in piena autonomia le principali operazioni bancarie, tra cui deposito e prelievo di denaro contante, bonifici, pagamento di F24, presentazione di assegni bancari e circolari, pagamento bollettini postali, mav/rav e tasse di circolazione, ricariche telefoniche e tanto altro ancora. Il ruolo del consulente sarà determinante per agevolare sia l’utilizzo dell’ATM evoluto da parte di tutti, che per continuare il dialogo con la comunità affinché possa rimanere l’attenzione della BCC verso un ascolto ‘su misura’ delle esigenze della clientela".

 

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Abbonati