/ Cronaca

Cronaca | 16 settembre 2022, 12:40

Morti sulla ss 106, il Crotonese ricorda ai politici che quelle vittime pesano sulle loro coscienze

Morti sulla ss 106, il Crotonese ricorda ai politici che quelle vittime pesano sulle loro coscienze

L'edizione de il Crotonese che trovate in edicola da venerdì 16 settembre 2022 dedica una pagina alle vittime sulla statale 106. Da gennaio sono 23 le persone morte nel tratto calabrese della strada che unisce Taranto a Reggio Calabria. Tra le vittime sei sono crotonesi decedute in incidenti avvenute nel tratto che percorre la provincia.

L'iniziativa nasce dopo l'ennesimo tragico incidente a causa del quale ha perso la vita il giovane meccanico Davide Luly che lascia moglie e due figli. Una morte la sua, come quella di tutte le vittime della ss 106, che forse si sarebbe potuta evitare se solo la statale fosse stata a doppia carreggiata con spartitraffico. Invece si continua a viaggiare su una strada il cui percorso ad una carreggiata ha origine nel dopoguerra con tratti molto stretti e centinaia di innesti pericolosi. La pagina oltre a commemorare le vittime serve a ricordare alla politica nazionale e locali, in tempo di elezioni, che le promesse non bastano più e che bisogna passare decisamente ai fatti finanziando davvero e non con falsi annunci la realizzazione di una statale 106 moderna, sicura e sulla quale si possa viaggiare senza la paura di morire. Un memorandum per coloro che andranno a governare il Paese dal 25 settembre affinché si possa evitare che questi e, purtroppo, altre vittime gravino sulla loro coscienza.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Abbonati