/ Sport

Sport | 18 settembre 2022, 19:47

Serie C, il Crotone regola anche il Monterosi e vola da solo al comando della classifica

Serie C, il Crotone regola anche il Monterosi e vola da solo al comando della classifica

Quattro su quattro. Con l'effetto di un primo posto in beata solitudine complice il pareggio in extremis ottenuto dal Catanzaro a Cerignola. Una domenica perfetta quella del Crotone, che liquida (con qualche patema di troppo) la pratica Monterosi e continua la corsa a punteggio pieno. Come contro il Pescara è stato Chiricò a spezzare equilibri e bilance del match, con una punizione molto simile a quella calciata quattro giorni prima. Un effetto a tagliare che ha trovato l'involontaria ma decisiva deviazione di un difensore viterbese finendo la sua corsa alle spalle del portiere ospite. Terza rete in campionato per l'esterno destro rossoblù e rete che si rivelerà decisiva.

Una vittoria pesante ma anche sofferta, rimasta in bilico fino al fischio finale, colpa di un Crotone che ha avuto l'unico torto di non chiudere la partita in anticipo, concedendo al Monterosi di restare dentro il match senza peraltro procurare particolari brividi. Lerda sceglie lo stesso schieramento delle ultime giornate, affidandosi ai 'titolarissimi' ad eccezione di Golemic, vittima di un affaticamento nel corso della settimana e diventato papà per la seconda volta proprio domenica mattina. Per lui posto in panchina con Bove promosso titolare e Cuomo capitano. La partenza è tutta del Crotone, che mostra da subito le proprie peculiarità di aggressione, qualità e ricerca di ampiezza del campo per allargare gli avversari e trovare spazi in area. Qualche errore di mira (Kargbo) e scelte errate nell'ultimo passaggio tardano l'esultanza, che si materializza al tramonto del primo tempo quando Chiricò trova la seconda punizione vincente consecutiva. 

Nel secondo tempo il Crotone prova a stringere i tempi per chiudere il match, ma l'azione perde intensità e fluidità con il passare dei minuti. Il Monterosi prende coraggio e avanza il baricentro, ma a parte qualche traversone scodellato al centro non crea presupposti insidiosi. Ma il risultato col minimo scarto tiene tutti in apprensione, e quando arriva il triplice fischio finale l'urlo liberatorio certifica il quarto successo consecutio, che vale il primato solitario. Un bilancio assolutamente brillante, seppure con un briciolo di paura imprevista. Ma era il terzo impegno nello spazio di sette giorni e senza rotazioni. Mentalità, personalità e sprazzi di alta qualità rappresentano certezze in un contesto che promette una piacevole navigazione.

 

CROTONE 1
MONTEROSI 0

MARCATORE: 40’pt Chiricò (C)

Crotone: Branduani; Calapai, Cuomo, Bove (1’st Papini), Giron; Awua, Petriccione, Tribuzzi (23’st Vitale); Chiricò (33’st Pannitteri), Gomez (33’st Tumminello), Kargbo (21’st Panico). A disp. : Dini, Lucano, Golemic, Crialese, Giannotti, Mogos, Rojas, Bernardotto, Filosa. All. Lerda

Monterosi: Alia; Piroli (34’st Tartaglia), Borri, Mbende, Cancellieri; Verde (20’st Di Renzo), Parlati, Lipani (34’st Gasperi), Santarpia (41’st Tolomello); Carlini, Di Francesco (20’st Liga). A disp. : Moretti, Basile, Burgio, Giordani, D’Antonio, Cirone. All. Menichini

Arbitro: Pirrotta di Barcellona Pozzo di Grotto

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Abbonati