Provincia - 11 ottobre 2022, 13:01

La castagna crotonese a caccia dell'Igp, a breve un incontro pubblico per l'avvio dell'iter

Foto di gruppo per i partecipanti all'incontro nella torre Aragonese

Foto di gruppo per i partecipanti all'incontro nella torre Aragonese

Un grande momento pubblico per dare l'avvio ufficiale all’istituzione del marchio d'indicazione geografica protetta (Igp) della castagna crotonese. E' stato deciso nel corso di un incontro che ha avuto luogo questa mattina nella torre Aragonese di Torre Melissa, sede del Gal Kroton.

Una svolta per il comparto che parte dal presupposto "che la castanicoltura nel crotonese riveste una rilevanza economica e sociale notevole nelle aree collinari e montane, dove svolge un ruolo fondamentale, oltre che per la produzione dei frutti e del legno, anche per il presidio del territorio e per la salvaguardia dell’assetto ambientale e idrogeologico anche se sta soffrendo molto per i gravi danni fitosanitari ed economici causati soprattutto dal cinipide galligeno del castagno" informa una nota diramata al termine dell'incontro.

"Da queste premesse - prosegue - nasce l’esigenza di avviare e promuovere un percorso partecipato per la costituzione di una filiera della castagna al fine di mettere insieme il comparto castanicolo e avviare attività di valorizzazione, di promozione e di comunicazione del prodotto sui mercati nazionali ed internazionali, cercando anche di mettere in campo progetti che prevedano interventi di manutenzione, di ingegneria naturalistica, implementazione di tecniche di agricoltura di precisione, sistemi di irrigazione, attività di formazione e ricerca".

Al termine dell'incontro si è quindi deciso di promuovere un incontro pubblico per dare avvio ufficialmente alla procedura per l’istituzione del marchio Igp della castagna crotonese, con l'avallo dei presenti: i rappresentanti del Gal Kroton, Natale Carvello, Santino Scalise e Martino Barretta; l'agronomo Antonio Ferrazzo, i sindaci di Mesoraca, Annibale Parise con l’assessore Francesca Lavorato, e di Verzino Pino Cozza; l’assessore cotronellaro Antonio Bevilacqua ed il sindaco di Petilia Policastro Simone Saporito collegati telefonicamente. 

 

Ti potrebbero interessare anche:

SU