Regione & oltre - 11 novembre 2022, 16:01

Istat, produzione dei rifiuti in calo, Calabria la più virtuosa con 381 chili pro capite

Istat, produzione dei rifiuti in calo, Calabria la più virtuosa con 381 chili pro capite

Cala la produzione di rifiuti in tutte le regioni, tranne in Valle d’Aosta dove la quantità è rimasta stabile. In particolare, in Calabria e nelle province autonome di Trento e Bolzano-Bozen si rileva il calo più consistente (oltre il 6%). E' quanto emerge dal report dell'Istat "Raccolta differenziata dei rifiuti: comportamenti e soddisfazione dei cittadini e politiche nelle città | anni 2020-2021".

Le regioni con maggiori quantità di rifiuti urbani pro capite, rileva l'Istat, sono Emilia-Romagna (639 kg per abitante e 72,2% di raccolta differenziata), Valle d’Aosta (609,2 e 64,5) e Toscana (583,1 e 62,1). La Calabria è la regione con la più bassa quantità di rifiuti urbani per abitante (381,4 kg per abitante, con il 52,2% di raccolta differenziata, pari +4,3 punti percentuali nel 2020 sul 2019).

A seguire Molise (366,7 kg per abitante) e Basilicata (343,6), dove si raccoglie in modo differenziato rispettivamente il 55,5% e il 56,4% dei rifiuti urbani (+5,1 e +7,0 punti percentuali rispetto all’anno precedente).

Ti potrebbero interessare anche:

SU