Cronaca - 22 novembre 2022, 17:23

Omicidio Tersigni, condanna confermata per esecutore. Ridotta per il mandante

Omicidio Tersigni, condanna confermata per esecutore. Ridotta per il mandante

La Corte di Assiste di Appello di Catanzaro ha confermato la condanna a 20 anni di carcere per Cosimo Berlingieri, esecutore materiale dell'omicidio di Giovanni Tersigni, 36 anni, avvenuto il 7 settembre del 2019 nel centro storico di Crotone. La sentenza è stata letta nel pomeriggio del 22 novembre dal presidente della Corte d'Assise di Appello, Gabriella Reillo.

Cosimo Berlingieri, 31 anni, venne individuato dalla Squadra Mobile un mese dopo l'agguato  e fu arrestato insieme ad altre cinque persone. L'indagine mise in luce che l'attentato era stato commissionato da Francesco Oliverio e che Berlingieri doveva sparare a Tersigni solo per un 'avvertimento', ma colpì mortalmente il 36enne che si trovava con altre persone alla 'ferriata' in piazza Albani. In primo grado c'erano state condanne pesantissime anche per Oliverio che, dopo l'arresto era diventato collaboratore di giustizia ed aveva permesso di ricostruire la dinamica del fatto di sangue. Francesco Oliverio, 32 anni crotonese, nel processo di Appello ha ottenuto una diminuzione della condanna: in primo grado gli era stata inflitta la pena di 18 anni e 9 mesi di reclusione, la Corte d'Assise di Appello l'ha ridotta a 11 anni e 4 mesi di reclusione. Condanna comunque più pesante di quella a 8 anni che era stata chiesta dal pubblico ministero.

Sconti di pena anche agli altri componenti del commando. Paolo Cusato, 33 anni di Crotone, che tentò di far sparire l'arma del delitto dovrà scontare per concorso in omicidio e detenzione di droga 14 anni e 8 mesi di reclusione (in primo grado 18 anni, 9 mesi e 10 giorni). Proprio Cusato fu il primo del commando ad essere stato identificato mentre lanciava la pistola su un tetto di una casa nel centro storico. Da lui la squadra Mobile è risalita a tutto il resto della banda individuando, perfino, una foto che avevano postato sui social mentre, qualche giorno prima del delitto, consumavano un aperitivo sul lungomare di Crotone.

Giuseppe Passalacqua, 35 anni di Crotone, che faceva da palo è stato condannato a 10 anni 9 mesi e 10 giorni (in primo grado 14 anni, 1 mese e 10 giorni); a Dimitrov Dimitar Todorov, 25 anni, che aveva prelevato Berlingieri a Catanzaro portandolo a Crotone, è stata inflitta la condanna a 10 anni di reclusione (12 anni 6 mesi e 20 giorni). Assolto perché incapace di intendere e volere Cosimo Damiano Passalacqua, 26 anni di Catanzaro.

Ti potrebbero interessare anche:

SU