Provincia - 23 novembre 2022, 17:33

Sabato 26 novembre a Caccuri si celebra la Giornata mondiale dell'ulivo

Iniziativa promossa dal Club per l'Unesco di San Giovanni in Fiore con il patrocinio del Comune di Caccuri

Sabato 26 novembre a Caccuri si celebra la Giornata mondiale dell'ulivo

"I popoli del Mediterraneo hanno cominciato a uscire dalla barbarie quando hanno imparato a coltivare l'olivo e la vite" scrive Tucidide. Ed in effetti l’ulivo unisce i Paesi di tutto il bacino Mediterraneo come simbolo millenario di pace, forza, fede, trionfo, vittoria e onore. Il suo olio è stato fonte di commercio e di ricchezza per tutti i popoli antichi di diversa tradizione, cultura, religione (greca, romana, ebraica, cristiana e islamica). E ancor più, oggi, la produzione dell’oro verde e il suo consumo rappresentano un settore produttivo di primaria importanza, soprattutto per l’economia, il lavoro e l’alimentazione in Europa e in tutta l’area del Mediterraneo.

Per questa importanza, sabato 26 novembre, a Caccuri, il Club per l'Unesco di San Giovanni in Fiore organizza una manifestazione per celebrare la Giornata Mondiale dell'Ulivo, istituita dall'Unesco nel 2019, che ha avuto il patrocinio del Comune di Caccuri. La manifestazione si aprirà con la piantumazione di una pianta di ulivo in una aiuola a fianco alla chiesa madre Santa Maria delle Grazie. Proseguirà con una Conferenza nel Castello Ducale dello splendido borgo del crotonese, che è inserito nel circuito dei borghi più belli d'Italia.

Ci saranno due relazioni, tenute da importanti esperti del settore, il prof. Tullio Romita, docente di sociologia dell’ambiente e del territorio dell’Università della Calabria e il dott. Mario Reda, Agronomo ed esperto di olivicultura e olio, che tratteranno aspetti diversi delle possibilità di sviluppo offerte al nostro territorio e più in generale all'intera Calabria, da questa pianta che rappresenta il simbolo più identitario del Mediterraneo. 

Ti potrebbero interessare anche:

SU