/ Cronaca

Cronaca | 25 novembre 2022, 13:38

Carabinieri, il nuovo comandante Giovinazzo: al servizio della città contro i condizionamenti mafiosi

Il ricordo di Mambor: "lui era un fuoriclasse io un mediano che proverà ad emularlo". "Qui Non servono solo le operazioni di servizio qui, ma serve soprattutto il recupero culturale"

Carabinieri, il nuovo comandante Giovinazzo: al servizio della città contro i condizionamenti mafiosi

“Il mio arrivo a Crotone per le modalità con le quali è avvenuto non mi permette di gioire più di tanto per il mio primo comando provinciale, spero di poterlo farlo al termine per i successi dei carabinieri e per la ripresa socio culturale di questa terra”.

Si è presentato così ai giornalisti il tenente colonnello Raffaele Giovinazzo nuovo comandante provinciale dell'Arma dei carabinieri di Crotone al posto del tenente colonnello Gabriele Mambor deceduto per un incidente durante una immersione. “Gabriele Mambor – ha detto Giovinazzo – è stato un mio compagno di corso. Era la mascotte del nostro corso perché era il più giovane, ma aveva un fermo ideale ed un credo inattaccabile nei valori della difesa dello Stato. Io oggi assumo il comando e lavorerà nel segno della continuità. Svolgerà un lavoro da mediano: Facendo un paragone calcistico lui era un fuoriclasse che, appunto, un mediano come me non potrà che emulare”.

Il tenente colonnello Giovinazzo, 55 anni, di origini calabresi, sposato, dopo aver frequentato la Scuola Ufficiali di Roma, ha svolto servizio in Sicilia, Calabria e Campania. Ha ricoperto l’incarico di comandante del Nucleo operativo e radiomobile della Compagnia di Corleone (Pa), del Nucleo investigativo e del Reparto operativo del Comando provinciale di Cosenza, di Ufficiale addetto al Raggruppamento Anticrimine di Palermo, di Comandante del Nucleo tutela patrimonio culturale della Calabria, prestando, inoltre, servizio quale componente della struttura di supporto del direttore generale del “Grande Progetto Pompei” e, da ultimo, come comandante del Reparto territoriale di Corigliano Rossano (CS).

L'ufficiale conosce bene la realtà di Crotone anche per via delle tante operazioni condotte quando ha comandato il Nucleo carabinieri di Tutela del patrimonio culturale della Calabria: “È mia intenzione essere al servizio di questa città che ha una storia importante che va difesa e valorizzata. Un servizio di presenza non solo per i compiti di legge ma come figura istituzionale di riferimento per i cittadini. Quella del comando provinciale di Crotone è una squadra di uomini che cercherà di difendere i valori della libertà fino in fondo contro il condizionamento mafioso. Lo faremo mentenendo elevati livelli di sicurezza e con un’efficace azione di prevenzione e repressione di ogni forma di criminalità, avendo sempre come riferimento principale il servizio di prossimità ai cittadini, cardine insostituibile dell’azione svolta dai carabinieri. L'Arma dei carabinieri siete voi, è la città e questo sarà la base di tutte le azioni di questo comando provinciale”.Giovinazzo ha parlato di una precisa linea di intervento per aiutare soprattutto i giovani: “Non servono solo le operazioni di servizio qui, ma serve soprattutto il recupero culturale. Bisogna offrire a giovani la possibilitò di non fare la scelta sbagliata. Se ci riusciamo cambiamo il territorio, ma tutti devono fare loro parte”.

Il neo comandante ha anche fornito alcune novità riguardo la nuova caserma del comando provinciale dell'Arma in via Saffo a Crotone. La struttura completa dal 2011 non è mai stata aperta poiché è al centro di un contenzioso tra la società che l'ha realizzata, la San Paolo Immobiliare srl, ed il Ministero degli interni. “E' indubbio - ha detto il tenente colonnello Giovinazzo - che c'è la necessità di avere una sede del comando. Quella in cui siamo è una sede provvisoria e sarebbe auspicabile averne una più funzionale. Il prossimo 19 dicembre si discuterà il procedimento a che entrerà nel merito della vicenda e ci dovrebbe essere una sentenza dalla quale potremmo avere importanti novità”.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Abbonati