/ Sport

Sport | 27 novembre 2022, 15:57

Serie C, il Crotone la spunta a fatica con il Latina: decide Mogos nel finale

Serie C, il Crotone la spunta a fatica con il Latina: decide Mogos nel finale

Tre punti e poco altro. Contava vincere, ok, ma il Crotone ha scelto la strada più tortuosa per arrivare al massimo obiettivo. E' servita una prodezza di Mogos dalla distanza quando mancavano dieci minuti al gong, e grazie anche al supporto della superiorità numerica che ha evidentemente agevolato il compito dei rossoblù, imballati e poco brillanti. Ma comunque efficaci sufficientemente per inserire altri tre punti per contiinuare ad inseguire quel primato occupato saldamente dal Catanzaro, vittorioso in maniera netta e roboante nello scontro diretto di Pescara. Questo consente al Crotone di riguadagnare la seconda posizione, anche se c'è ancora parecchio da migliorare nella qualità delle prestazioni. 

Lerda recupera Cuomo e lo inserisce al centro della difesa, mentre Mogos e Kargbo, altri recuperati, partono dalla panchina. Resta fuori anche Chiricò, non al meglio impiegato solo part time. L'allenatore opta per Pannitteri a destra con Tribuzzi avanzato sulla linea degli attaccanti e Vitale promosso in mezzo al campo con Awua e Pannitteri. Il primo tempo non offre spunti degni di nota, con il Crotone che fa fatica a trovare ritmo, qualità e tempi. Il Latina tiene bene e se la gioca in scioltezza, lasciando pochi margini ai rossoblù. Anche il secondo tempo non presenta 

Lerda prova a cambiare le carte in tavola e inserisce Mogos e Kargbo per Giron e Vitale, ma non cambia la sostanza. Anche se l'innesto del giocatore africano alimenta un filo l'elettricità offensiva. Il tecnico decide che è il momento di Chiricò, e quando in soccorso arriva l'espulsione di Cortinovis (secondo giallo rimediato per proteste), Lerda si gioca anche la carta Tumminello aumentando il peso offensivo. Il Crotone approfitta dell'uomo in più e trova il jolly con Mogos che indovina la giocata vincente con un desto che finisce sotto l'incrocio. Un vantaggio prezioso che i rossoblù difendono con i denti nel finale, fallendo un paio di comode ripartenze a campo aperto e lasciando pericolosamente in bilico il match nonostante la superiorità numerica. Con fatica il Crotone porta a casa il successo, ottavo su otto partite allo Scida e si rimette alle spalle dell'inarrestabile Catanzaro. Che continua la sua clamorosa andatura, ma col Crotone che non ha alcuna intenzione di mollare la presa.

CROTONE 1
LATINA 0
 

MARCATORE: 33’st Mogos

CROTONE: Dini; Calapai, Golemic, Cuomo, Giron (1’st Mogos); Awua, Petriccione, Vitale (1’st Kargbo); Pannitteri (13’st Chiricò), Gomez (35’st Carraro), Tribuzzi (23’st Tumminello). A disp. : Branduani, Lucano, Bove, Papini, Crialese, Giannotti, Rojas, Bernardotto. All. Nardecchia (Lerda squalificato)

LATINA: Tonti; De Santis, Giorgini, Cortinovis; Sannipoli, Di Livio (26’st Barberini), Bordin, Riccardi, Carissoni; Margiotta (21’st Rosseti), Fabrizi. A disp. : Giannini, Pellegrino, Di Mino, Carleti, Celli, Nori, Esposito Ant., Esposito And. . All. Di Donato

Arbitro: Pascarella di Nocera Inferiore
Ammoniti: Margiotta (L), Petriccione (C), Cuomo (C), Tumminello (C), Bordin (L)
Espulso: 22’st Cortinovis (L) per doppia ammonizione

 

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Abbonati