/ Cronaca

Cronaca | 17 gennaio 2023, 11:27

Mercati via Manna, Piazzetta e Nettuno: tra morosi e scaduti al Comune regna il caos

Mercati via Manna, Piazzetta e Nettuno: tra morosi e scaduti al Comune regna il caos

Fatta l'Italia ora bisogna fare gli italiani. Mutatis mutandis: fatti i mercati ora bisogna fare i commercianti, o meglio, bisogna regolarizzare la loro posizione, i posti occupati, le concessioni eventualmente scadute e soprattutto la situazione dei pagamenti dei canoni di locazione al Comune. Che al momento è impossibile verificare considerato lo 'stato confusionale' in cui versano i settori preposti. Nella fattispecie quello che si occupa delle attività produttive e quello delle finanze e del patrimonio.

E' quanto si evince dal carteggio tra il dirigente del settore otto e il collega del settore tre con il primo che lamenta di “non aver mai ricevuto formale passaggio di consegne riguardo alla gestione delle aree mercatali”, nella fattispecie quelli di via Manna e della Piazzetta, “nè ad oggi è stato abilitato alla verifica di eventuali pagamenti dei canoni dovuti da parte dei soggetti legittimati ad occupare i posteggi dei suddetti mercati”.

Come dire che finora nessuno si è ricordato, neppure dopo i recenti lavori di ristrutturazione del mercato di via Manna, di investire il settore di queste specifiche competenze ma anche che è impossibile verificare quali commercianti pagano e quali sono invece i morosi per non dire delle convenzioni con il Comune ormai scadute. E infatti - scrive il dirigente del settore otto - “la documentazione inviata in via informale è comprensiva solo di un elenco di nomi, senza ulteriori dati anagrafici, con indicazione delle somme dovute” che è ferma “ad aprile 2022”.

Per poter prendere in carico, dunque, la gestione delle aree mercatali, i vi compresa la riscossione dei canoni dovuti e dei debiti pregressi di ogni commerciante, il dirigente del settore otto chiede una situazione aggiornata al 31 dicembre 2022 sulla situazione dei pagamenti e sulle eventuali morosità dei commercianti presenti a via Manna e alla Piazzetta, nonché sulle convenzioni scadute.

Ma c'è di più. Il dirigente lamenta che alcuna comunicazione è pervenuta al suo settore sulla situazione dei box di piazzale Nettuno e della Galleria Nettuno: due veri buchi neri nel parimonio comunale da anni sfuggiti a qualsiasi tipo di gestione e controllo. Semplicemente le amministrazioni che si sono succedute hanno abbandonato quella zona al suo destino, non spaendo bene cosa farne. Il risultato è che la fila di box presenti sul piazzale è occupata abusivamente da soggetti che li utilizzano come garage o per altre attività private, la Galleria invece sembra un cimitero. Sui tetti, poi, trovano ricovero gli extracomunitari senza fissa dimora.

Il dirigente delle attività produttive, inoltre, evidenzia la mancanza di un qualsiasi censimento dei posteggi isolati dislocati su suolo pubblico nelle varie zone della città.

Tutte criticità - commenta il dirigente – riconducibili alle precedenti gestioni amministrative e “a endemiche situazioni patologiche”, per cui si avverte “l'esigenza di una puntuale ricognizione delle aree mercatali per la quale risulta indispensabile la piena collaborazione tra i settori”, compreso quello della Polizia locale alla quale è stato già richiesto di verificare la situazione dell'occupazione dei box di via Manna e della Piazzetta.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Abbonati