Isola Capo Rizzuto, vietato l’uso dell’acqua per scopi alimentari ed igienici

Potabilizzatore acqua Isola Capo Rizzuto

ISOLA CAPO RIZZUTO – Vietato l’uso dell’acqua sia per scopi alimentari che igienici. E’ drammatica la situazione ad Isola Capo Rizzuto dove la Commissione straordinaria che amministra il Comune ha dovuto emettere un’ordinanza (la numero 19 del 16 aprile 2018) con la quale dispone il divieto di uso dell’acqua erogata dalle condotte pubbliche per scopi potabile, alimentare ed igienico sanitari per evitare rischi alla salute pubblica. Insomma, è come se fosse chiusa.

L’ordinanza è motivata dal fatto che la Sorical, a seguito dei controlli effettuati sull’acqua prodotta ed erogata al Comune dal complesso delle opere idropotabili regionali, ai sensi dell’ex art.7 del D.Lgs.31/2001, con riferimento alle acque presenti presso il nodo “Serbatoio” di Isola di Capo Rizzuto ha rilevato taluni valori non conformi alla norma che rendono l’acqua non utilizzabile allo scopo del consumo umano, ed ha richiesto di procedere ad una immediata sanitizzazione degli impianti citati, oltre che della intera rete idrica.

Non è precisato cosa sia stato trovato nell’acqua e, in ogni modo, è precisato che per tornare alla normalità serviranno alcuni giorni. Il problema nasce con molta probabilità dalla torbidità dell’acqua erogata a causa del malfunzionamento dei filtri del potabilizzatore che aveva portato nel lontano 2015 (quando era gestito da Soakro) al sequestro dell’impianto.  Attualmente – con il potabilizzatore che nel 2015 era stato dato in custodia al sindaco di Isola (oggi commissione straordinaria) – sono ancora in corso lavori di ammodernamento, ma evidentemente il problema sussiste.