Aeroporto Crotone, a ottobre altro record di passeggeri in transito

aeroporti calabresi, tito minniti, sant'anna

Continua a crescere il traffico passeggeri sull’aeroporto di Crotone. I dati relativi al mese di ottobre registrano un ulteriore aumento rispetto a quelli precedenti e, soprattutto, introducono una novità: per la prima volta, seppure con un minor numero di collegamenti, il numero di passeggeri che hanno volato sullo scalo pitagorico è superiore a quello che si è registrato sull’aeroporto di Reggio Calabria. Il coefficiente di riempimento dei velivoli atterrati e decollati dal Sant’Anna, inoltre, è ben maggiore di quelli degli aeroporti di Lamezia e Reggio.

Seppure con due soli collegamenti, quello per Mergano e quello per Bologna, neppure giornalieri, dunque, nel mese di ottobre hanno volato sul Sant’Anna 13.662 passeggeri, facendo sfiorare quota 60 mila per tutto l’anno in corso, con un incremento rispetto all’anno precedente del 55,2 per cento. L’aeroporto dello Stretto, invece, a ottobre ha fatto registrare un transito di 11.370 passeggeri.

Anche il numero di persone che mediamente sono saliti su uno dei velivoli in transito sull’aeroporto di Crotone è in continuo aumento: 154 su una capacità media di circa 190 posti con un coefficiente di riempimento dell’81%. Di contro sono stati 110 i passeggeri di Reggio Calabria su una capacità media di circa 158 posti con un coefficiente di riempimento del 70, e 136 quelli di Lamezia su una capacità media di circa 180 posti con coefficiente di riempimento del 76%

Dati che dovrebbero indurre a una serie riflessione la società di gestione Sacal, ma soprattutto l’Enac che in questi giorni sta valutando i provvedimenti da adottare per gli aeroporti calabresi dopo le vicende relative all’aumento di capitale che ha consegnato le gestione degli scali in mano ai privati.