Aeroporto Crotone, ministro De Micheli: domani firma per oneri di servizio

“Dobbiamo ridurre le disuguaglianze che caratterizzano questa terra”. Lo ha detto il ministro delle infrastrutture Paola De Micheli giunta a Crotone a sostegno della campagna elettorale di Pippo Callipo a governatore della Calabria. Nella città pitagorica il ministro ha parlato della situazione degli aeroporti spiegando: “Stiamo lavorando su un piano degli aeroporti per Crotone perché da troppo tempo ha bisogno di essere valorizzato e trasformato in una infrastruttura strategica sia per le attività produttive che turistiche. Con il piano avremo possibilità di ottenere finanziamenti per valorizzare gli scali al di là dei soli bisogni di mobilità del territorio”.

“Stiamo anche discutendo con l’Europa – ha detto il ministro – per la continuità territoriale in modo che possa essere messa a servizio di questo territorio per avvicinarlo al resto d’Italia ed in specifico agli aeroporti di Roma e di Milano”. Il ministro De Micheli ha poi informato: “Appena rientro a Roma, domani, firmerò il decreto per gli oneri di servizio per l’aeroporto di Crotone. Sto aspettando anche la risposta dell’Unione europea per la continuità territoriale e mi muoverò nel quadro che sarà definito dall’Unione europea”.

“Stiamo lavorando sulle tre infrastrutture fondamentali di questo territorio” ha aggiunto il ministro. Oltre all’aeroporto De Micheli ha affrontato il tema della strada statale 106: “andiamo avanti a spron battuto sul tema della strada statale 106 ionica con un programma temporale che vede prima di tutto l’apertura del terzo megalotto, ma sulla 106 ionica nei prossimi tre anni dobbiamo avere almeno i cantieri tutti aperti. E poi la parte ferroviaria, che per me è quella più strategica in assoluto, anche sul fronte turistico. E’ in corso l’upgrade tecnologico da Melito, che quindi non taglia più fuori quest’area, che ha un investimento da parte di Rfi di 397 milioni. Inoltre – ha concluso De Micheli – il 30 gennaio manderò in conferenza unificata le risorse per le strade provinciali: sono oltre 40 milioni di euro per tutta la Calabria e 4 milioni per questa provincia. Sono risorse che saranno disponibili in termini di competenza e di cassa per i prossimi due o tre anni”.