Aeroporto, dalla Regione arrivano i soldi e nuove royalties

Oltre all’unanimità in Consiglio regionale, la mozione al bilancio a favore dell’aeroporto di Crotone  presentato dalla consigliera Flora Sculco (Calabria in rete) ha ricevuto anche il parere positivo del collegio dei revisori dei conti. La mozione chiedeva la conferma della spesa inserita all’articolo 3 della legge di stabilità regionale di 659.800 euro a favore della società aeroportuale Sant’Anna nonostante il fallimento. Il parere positivo del collegio dei revisori dei conti di fatto conferma la legittimità dell’operazione a favore di una società fallita.

La somma potrà essere impiegata appena il bilancio verrà pubblicato sul Bur della Regione. Questo permetterà all’aeroporto di poter gestire meglio la fase di esercizio provvisorio concessa alla società aeroportuale dopo il fallimento dichiarato dal Tribunale di Crotone e quindi la continuazione dei voli da parte di Ryanair.

Enrico Pedace e Flora Sculco
Enrico Pedace e Flora Sculco

La mozione presentata da Flora Sculco impegna la Giunta regionale “ad individuare con immediatezza le soluzioni necessarie per garantire la continuità dell’infrastruttura, confermando l’impegno di spesa a favore dell’aeroporto Sant’Anna, per una somma di 659 mila euro che in sede di discussione del bilancio il Consiglio regionale è chiamato ad approvare”; inoltre, “a farsi interprete nei confronti della deputazione parlamentare calabrese ad intervenire con il ministero dei Trasporti e dunque con l’Enac al fine di scongiurare la revoca, da parte della stessa, della licenza per la gestione dei servizi aeroportuali alla società Sant’Anna”.

L’esponente di Calabria in rete, con la sua mozione, ha anche chiesto alla Giunta regionale di “riconsiderare la convenzione in capo all’Enac, trasformandola da onerosa a non onerosa, passaggio che consentirebbe di trasferire allo Stato l’onere economico (oggi in capo alla società Sant’Anna) di corrispondere mensilmente all’Enac 100 mila euro per i servizi di gestione della torre di controllo; onere che in tutti gli altri aeroporti di interesse nazionale è sostenuto dallo Stato”.

Novità importanti anche per le royalties. Sempre la consigliera Sculco ha ottenuto l’impegno dal governatore Oliverio ad accelerare l’erogazione delle royalties del 2011 ai comuni costieri crotonesi a patto che i sindaci versino immediatamente le somme dovute all’aeroporto. Allo studio della giunta regionale ci sarebbe anche la possibilità di fare una delibera che vincoli l’erogazione al versamento di una parte delle prossime royalties per l’aeroporto.