Aggredisce l’ex convivente e tenta di scappare con la figlioletta

Polizia di Stato

CROTONE – Ha aggredito la ex convivente e stava allontanandosi con la loro figlioletta in braccio. Ma a quel punto sono intervenuti gli agenti della squadra Volanti della Polizia di Stato, allertati da alcune persone che avevano assistito alla scena, che lo hanno bloccato. Protagonista un crotonese di 38 anni, P.G., che è stato arrestato per maltrattamenti in famiglia, lesioni e anche evasione.

L’uomo, infatti, si trovava ristretto agli arresti domiciliari, con permesso di recarsi al lavoro, proprio per episodi dello stesso genere dei quali si è reso protagonista in precedenza. Quando sono arrivati sul posto, in via Borsellino, gli agenti lo hanno visto mentre si allontanava con in braccio una bambina, inseguito da una donna che ha iniziato a gesticolare per attirare la loro l’attenzione. Una volta bloccato l’uomo ha proferito minacce di morte all’indirizzo della ex convivente e anche della loro figlia.

La donna ha riferito di essere stata aggredita poco prima dall’ex convivente che l’aveva strattonata e colpita più volte con calci alle gambe, come peraltro confermato da alcuni passanti. Finchè lei stessa è riuscita a interrompere la violenza spruzzando sull’aggressore uno spray al peperoncino. La vittima, accompagnata al pronto soccorso dell’ospedale di Crotone, è stata giudicata guaribile in sette giorni per traumi allo sterno ed all’avambraccio.