Ambiente, a Strongoli la prima edizione italiana del ‘3E Film Festival’ di Vancouver

Si terrà a Strongoli il 27, 28 e 29 luglio la prima edizione italiana del 3E Film Festival, uno dei più importanti eventi in Calabria dedicato alla questione ambientale che affronta il tema dell’ecologia nel suo inscindibile legame con un’economia sostenibile, agro-turistica ed un’energia verde e delocalizzata. Tra gli inediti in rassegna Aléteia, corto di Enrico Le Pera, musiche de Il parto delle nuvole pesanti; Une Parisienne à Strongolì, di Carla Vestroni; il documentario Cosa fare allora qui?, di Neaitos. Seguiranno la proiezione di Sacred Economics, corto di I. MacKenzie basato sul libro di C. Eisenstein; The 4th Revolution, Energy Autonomy, di Carl-A. Fechner, con la partecipazione di Bianca Jagger, e molti altri brani filmati sull’energia autonoma e pulita. Sempre inediti I New Farmers,  filmati e interviste a giovani agricoltori italiani e stranieri, con particolare attenzione alla situazione in Calabria.

Interverranno in numerosi dibattiti e approfondimenti Lucinda Jones, presente a tutte le serate; la scrittrice Gloria Germani,  Angelo Consoli, direttore dell’ufficio Europeo di Jeremy Rifkin e consigliere in questioni energetiche e ambientali di molti leader europei; Antonella Rizzo, assessore all’Ambiente della Regione Calabria; i sindaci di molti paesi della provincia, e molti altri intellettuali, accademici, professionisti,  operatori del settore e rappresentanti di associazioni impegnati in azioni di sensibilizzazione sociale sul tema dell’ecologia. Durante le proiezione cene e degustazioni per la perizia di cuochi di eccezione con la collaborazione di Slow Food.

Il 3E Film Festival nasce a Vancouver dalla fervida volontà dell’ambientalista Lucinda Jones. Nel 2016m l’incontro di Lucinda con Neaitos, gruppo di ricerca originato dall’università di Perugia e operante a Strongoli per lo sviluppo del territorio, ha dato vita all’edizione italiana del festival, alla cui realizzazione hanno partecipato il comitato ‘Petelia Futura’ e l’associazione internazionale ‘Local Futures’, che persegue a livello planetario analoghi obbiettivi.

La rassegna nasce dalla sempre più impellente necessità di ripensare i bisogni energetici in modo diverso, non distruttivo per il pianeta, promuovendo la partecipazione di quanti oggi sono catalizzatori del cambiamento e della crescita. Le 3E del festival diventano pertanto i temi delle tre serate dell’evento: ecologia, per un ambiente armonioso; economia, per uno sviluppo locale sostenibile; energia, per un’energia autonoma e pulita. L’evento si prefigge di diventare un importante momento di riflessione e approfondimento finalizzato a coinvolgere e sensibilizzare la collettività su un tema che ormai tocca la vita di ognuno.